Sei qui:  / Articoli / Informazione / Migrazioni / Fnsi e UsigRai: “Il ministero dell’Interno nega ai giornalisti l’accesso agli hotspot”

Fnsi e UsigRai: “Il ministero dell’Interno nega ai giornalisti l’accesso agli hotspot”

 

«Il diniego sistematico di accesso della stampa agli hotspot non ha alcun fondamento legislativo. Le giornaliste e i giornalisti devono poter entrare anche negli hotspot, i centri di identificazione dei migranti». Lo dichiarano, in una nota, il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, e il segretario dell’UsigRai, Vittorio Di Trapani, a supporto della Campagna LasciateCIEntrare, dedicata quest’anno alla Giornata Mondiale del Rifugiato.

«Oggi e nei prossimi giorni – proseguono – oltre 60 centri saranno visitati da colleghe e colleghi che partecipano all’iniziativa per verificare le condizioni di vita di chi vi è ospitato o trattenuto. Nella maggior parte dei CIE, dei CARA e dei CAS le visite sono state autorizzate. Non così nei nuovi HOTSPOT di Taranto, Pozzallo e Lampedusa. Luoghi dunque che restano off limits. Non si può negare il diritto dei cittadini e delle cittadine ad essere informati. Fnsi e UsigRai continueranno a sostenere quanti nei prossimi giorni e mesi vorranno garantire questo diritto verificando che nei centri siano rispettati i diritti fondamentali dei migranti».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE