Sei qui:  / Opinioni / Aroma d’Obama a Roma

Aroma d’Obama a Roma

 

Ma veramente abbiamo ancora bisogno di presidente americano scorrazzante per le vie di Roma conciato con scenografie hollywoodiane per corteo post sept. eleven d’ultimo trend (jammer compresi) anziché raggiungere gli appuntamenti con più discreto elicottero? Gli scenografi si saranno accorti che, a differenza delle epoche dopoguerra almeno fino agli anni JFK e Alberto Sordi, ci stava più nessuna famigliola sventolante festosa le stars and stripes forever lungo il percorso presidenziale 2014 A.D.? Evidentemente gli scienziati internazionali della semiologia sono ancora convinti che gli italiani necessitino, oggi più che mai,  del messaggio “la Merica liberatrice dal nemico e dispensatrice d’evangelici piani Marshall”.

Sarà perciò che il Presidente Nobel per la Pace ha ritenuto doveroso informarci che, per quanto ammirabile sia la politica del tagliare le spese in favore delle migliorie welfare per il popolo, temerario e avventato sarebbe però ridurre le spese per la difesa nazionale e, indirettamente, internazionale.

In tal senso non ci resta altro che sperare che la vendita su e-bay di quel centinaio di nostre vecchie auto blu copra almeno tutto quel gran casinone messo su per la sua sicurezza romana…

Leggi:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE