Sei qui:  / Articoli / Informazione / Le prudenze dell’Agcom e la straripante presenza di Berlusconi in tv

Le prudenze dell’Agcom e la straripante presenza di Berlusconi in tv

 

A due giorni dal voto le emittenti Mediaset continuano a favorire Berlusconi. Le sue emittenti hanno infatti capito che l’Agcom non considera i tempi di notizia e hanno utilizzato indisturbate questi spazi. Dai dati del nostro controllo  dal 18 al 21, aggregati per le tre emittenti (Tg4, Tg5 e Studio Aperto) confermano  che  Berlusconi ha avuto un tempo di parola 5 min e 29, Bersani 7 min e 12 sec, Monti 4 min e 4 sec; come tempi di notizia invece Berlusconi ha avuto 18 minuti e 24 sec, Bersani 10 min e 7 sec, Monti 9 min e 23 sec. Per quanto riguarda invece le singole emittenti emerge che Studio aperto ha dedicato al Berlusconi ben 7 minuti e 5 sec contro 5 minuti e 32 sec per Bersani e 2 minuti per Monti. Assenti gli altri soggetti politici.

IL Tg4 continua a perseguire la strada dei tempi di notizia in modo da dare a Berlusconi oltre 10 minuti e a e Bersani 6 min e 12 sec.Il divario è ancora più marcato sul Tg5 dove Berlusconi ha avuto come tempo di notizia 4 min e 15 sec contro i 58 sec di Bersani. Da notare infine che ieri Sky ha ripetutamente presentato Maroni come candidato alla presidenza della Lombardia senza curarsi di dare spazio in confronto ad Ambrosoli. Anche  questo  divario sconcertante e’ stato consentito da un arbitro troppo prudente.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE