Sei qui:  / Articoli / Informazione / Veneto, giornalista minacciato per retroscena di rave party a Campoverardo

Veneto, giornalista minacciato per retroscena di rave party a Campoverardo

 

www.ossigenoinformazione.it
Il giornalista Emanuele Compagno ha subito minacce e gravi offese per un articolo, pubblicato durante le festività natalizie sul quotidiano Il Gazzettino, nel quale ha rivelato particolari poco rassicuranti sull’organizzazione e lo svolgimento di un rave party durante il quale è stata danneggiata la struttura pubblica che lo ha ospitato.

La festa si è svolta presso il centro civico di Campoverardo, di proprietà della parrocchia e usato dal comune di  Camponogara per ospitare eventi pubblici. Il giornalista ha rivelato il contenuto di alcuni messaggi scambiati tra i giovani organizzatori minorenni su Facebook, secondo i quali il vero scopo della festa era quello di ubriacarsi e che era prevista la presenza di droga.

Nei giorni successivi alla pubblicazione dell’articolo uno dei giovani organizzatori ha minacciato di bruciare la casa del giornalista.

La vicenda è stata resa nota dai rappresentanti regionali del Veneto dell’ Ordine dei giornalisti, del Sindacato giornalisti e dell’Unione cronisti che, con una nota congiunta, hanno espresso solidarietà a Emanuele Compagno, deplorando l’accaduto ed auspicando un intervento delle autorità per porre fine agli atti di intimidazione e garantire al cronista la possibilità di svolgere in piena autonomia la propria attività professionale.

Ad Emanuele Compagno va anche la solidarietà di Ossigeno.

http://www.ossigenoinformazione.it/?p=18083

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE