Chico Forti: Marcello Masi, “riflettori accesi su questo caso di malagiustizia”

0 0

“E’ grazie a twitter e ai social network che sono venuto a conoscenza della vicenda di Chico Forti e abbiamo iniziato a parlarne la scorsa settimana con un primo servizio. Stasera ci torniamo con un’intervista allo zio. Penso che su questa vicenda si debbano tenere accesi i riflettori – afferma il direttore del Tg2 Marcello Masi ad Articolo21 – non per interferire nei procedimenti ma per chiedere che il processo sia giusto specie in un paese che spesso prendiamo ad esempio per la giustizia. Lo dico da “filoamericano” che però non può non stigmatizzare i tanti casi di malagiustizia o il ricorso alla pena di morte a cui purtroppo si ricorre ancora in questo Paese”.

3 thoughts on “Chico Forti: Marcello Masi, “riflettori accesi su questo caso di malagiustizia”

  1. @claudio Giusti
    Prima del signor Masi lo dicono eminenti criminologi, autorevoli giornalisti, e adesso anche il padre della vittima, che non mi pare poco.
    La invito a seguire il gruppo Chico Forti su Facebook dove con un filo di pazienza, potrà trovare decine e decine di link sulla allucinante storia di Chico.
    Forse se perdesse un po del suo tempo a leggere i documenti della dottoressa Bruzzone si potrebbe fare un’idea abbastanza chiara della grave ingiustizia che da dodici anni sta vivendo sulla sua pelle Chico, un italiano condannato all’ergastolo in America senza aver commesso l’omicidio di cui è stato accusato e per il quale non è mai stata formita alcuna prova.
    Basterebbe leggere la sentenza per rabbricidire. Dice il giudice che ha condannato Chico all’ergastolo: benche non ci siano prove della sua colpevolezza, io ho la sensazione che sia stato lei, quindi la condanno all’ergastolo? Queste in sintesi le parole del giudice! Allucinante no?

  2. CARO MARCO PIERANELLI,
    HO CHIESTO DI NUOVO INFORMAZIONI ALLA DOTTORESSA BRUZZONE, MA LA DOCUMENTAZIONE NON E’ DISPONIBILE E SARA’ PUBBLICATA IN FUTURO.
    SPERIAMO NON CI VOGLIANO ALTRI 12 ANNI

Comments are closed.