Sei qui:  / Articoli / Voci e suoni: serata per la legalità in memoria di Paolo Borsellino

Voci e suoni: serata per la legalità in memoria di Paolo Borsellino

 

Voci e suoni per la legalità è la manifestazione che si svolgerà a Corchiano, in provincia di Viterbo, per ricordare il ventennale della morte del giudice Paolo Borsellino, assassinato il 19 luglio del 1992 a Palermo. Magistrati e giornalisti saranno a confronto sabato 21 luglio alle ore 21 nel paese vincitore assoluto nel 2010 del Premio Comuni a 5 stelle, e inoltre dei premi Città per il verde 2011 e Un bosco per Kyoto 2012. La cittadina laziale, ospiterà, infatti, una serata sui temi della legalità e delle buone pratiche locali, in collaborazione con Libera, l’Associazione Comuni virtuosi e l’Ucsi Lazio. Sul palco si alterneranno magistrati, giornalisti, artisti e l’onorevole Fabio Granata, vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere. Media partner dell’iniziativa è Rai News

Alla manifestazione parteciperà don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e dell’Associazione Libera il cui obiettivo è alimentare un cambiamento etico, sociale, culturale necessario per spezzare alla radice i fenomeni mafiosi e ogni forma d’ingiustizia, illegalità e malaffare. A conferma della collaborazione che Libera ha attivato in questi anni con circa 4.500 scuole e numerose facoltà universitarie ci sono le cooperative sociali nate dai beni confiscate che forniscono prodotti che hanno il gusto della legalità e della responsabilità; il sostegno concreto ai familiari delle vittime. A don Ciotti quest’anno è stato dato il Premio Nazionale Nonviolenza dall’Associazione Cultura della Pace.

Alla serata interverrà anche Franco Roberti, dal 2009 Procuratore Capo della Repubblica di Salerno. Alle spalle una lunga esperienza nella lotta contro la criminalità organizzata. Dal settembre del 1982 è stato sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, dove si è occupato di reati contro la pubblica amministrazione, di criminalità organizzata di tipo mafioso e terroristico-eversivo, facendo parte, fin dalla sua costituzione, della Direzione distrettuale antimafia. Inoltre dal 1993 al 2001 è stato sostituto procuratore nazionale antimafia presso la Direzione nazionale antimafia a Roma e dal 2005 al 2009 è stato coordinatore della Direzione distrettuale antimafia.

Nella cittadina laziale arriverà anche Gianfranco Donadio, procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia. In magistratura dal 1980, si è occupato degli intrecci tra criminalità e tessuto economico, in particolare per il riciclaggio dei proventi illeciti. Inoltre per la Direzione nazionale antimafia cura l’analisi delle risultanze investigative e processuali in riferimento alle strage di Capaci, di via D’Amelio e a quelle del 1993.

Sarà presente anche Ferdinando Imposimato, presidente onorario della Suprema Corte d’Assise, si è occupato dei più importanti casi di terrorismo, tra cui il rapimento di Aldo Moro(1978), l’attentato a Giovanni Paolo II (1981), l’omicidio del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Vittorio Bachelet. Inoltre è stato in prima linea nella lotta alla mafia e alla camorra.

Avrà il compito di interloquire con i magistrati il giornalista de la Repubblica Attilio Bolzoni,esperto di mafia, vincitore nel 2009 del premio È giornalismo perché «da più di trent’anni racconta la Sicilia e la mafia». Nella sua ultima fatica, Uomini soli (Melampo editore), un libro e un film documentario, ripercorre la storia di Pio La Torre, Carlo Alberto dalla Chiesa, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Saliranno sul palco anche alcuni sindaci che fanno parte dell’Associazione Comuni virtuosi, una rete di enti locali che opera a favore di una armoniosa e sostenibile gestione dei propri territori. Saranno presenti Luca Fioretti, sindaco di Monsano (Ancona); Vincenzo Cenname, sindaco di Camigliano (Caserta); Alessio Ciacci, assessore all’Ambiente del comune di Capannori (Lucca); Dario Ciapetti, sindaco di Berlingo (Brescia); Corrado Oddi, del Forum italiano dei movimenti per l’acqua pubblica. Saranno loro, incalzati dalle domande del giornalista de Il Messaggero Arnaldo Sassi, a raccontare l’impegno costante per promuovere le buone pratiche per la gestione del territorio a favore dell’efficienza, del risparmio energetico e della partecipazione attiva dei cittadini.

Daranno ritmo alla serata artisti di grande rilievo che si alterneranno sul palco con letture e interventi musicali in linea con la serata, tra cui, l’attrice e regista Norma Martelli, la fisarmonicista Eduarda Iscaro e l’attrice Angela Pagano. Presente anche Filippo Gatti fondatore del gruppo rock Elettrojoyce, definiti: «una delle cose più significative del panorama musicale italiano». E Francesco Zampaglione, ex Tiromancino.

Il 20 luglio, sempre a Corchiano, alle ore 21 si terrà il Premio Fescennino d’oro, giunto alla sua tredicesima edizione. Anche quest’anno il maestro Nicola Piovani, premio Oscar per le musiche del film “La vita è bella” di Roberto Benigni, dà appuntamento nell’antico borgo medievale per una serata all’insegna della musica e dell’arte. Ospite d’onore della serata sarà Leo Gullotta. Tra i premiati delle scorse edizioni, Gigi Proietti, Germano Mazzocchetti, Ascanio Celestini e Silvio Orlando.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE