Sei qui:  / Articoli / Esteri / Rifugiati e Darfur, binomio da ricordare nella Giornata mondiale del 20 giugno

Rifugiati e Darfur, binomio da ricordare nella Giornata mondiale del 20 giugno

 

Anche quest’anno si celebra in tutto il mondola Giornataper il rifugiato che sarà concomitante con il ‘Global Day for Darfur2012’, dedicato alla crisi in atto nella regione sudanese dal febbraio 2003 e che dal 2007 viene ricordata anche in Italia, grazie all’impegno di ‘Italians for Darfur’, associazione Onlus di cui fanno parte giornalisti, operatori umanitari ed esponenti della società civile. All’iniziativa hanno aderito Articolo 21, Unione giovani ebrei italiani, Artisti socialmente utili ed Electronic Art Café di Achille Bonito Oliva e Umberto Scrocca.

Quest’anno l’evento ha una valenza ancor più importante. visto l’inasprimento della situazione sul campo e il rischio di peggioramento del conflitto dopo l’indipendenza del Sud Sudan, con conseguenze disastrose sul piano umanitario.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, il presidente della Repubblica e i presidenti di Camera e Senato hanno già inviato messaggi di sostegno all’iniziativa, per l’intera giornata del 20 Italians for Darfur e i rifugiati sudanesi e congolesi manifesteranno e daranno vita a momenti di approfondimento e di spettacolo con artisti di fama nazionale e internazionale.

Il programma prevede un sit – in e una conferenza al Senato della Repubblica, alle ore 11, con Niemat Ahmadi, sopravvissuta del Darfur divenuta simbolo della campagna americana “United for End Genocide”, di cui Italians for Darfur è promotrice dall’inizio con Save Darfur Coalition, sostenuta da George Clooney.

Alle 14, la presidente dell’associazione, Antonella Napoli, sarà in audizione in Commissione Diritti Umani con UNHCR, AMNESTY e altri rappresentanti di rifugiati e organizzazioni per i diritti umani.

Infine, alle 20, prenderà il via la serata – evento al Colosseo con il concerto di Tony Esposito e Mark Kostabi, testimonial della campagna 2012. Opening act il cantautore Frail, esibizione offerta dalla radio ufficiale dell’evento, Radio Manà Manà. con Niemat Ahmadi, sopravvissuta del Darfur.
Alle 14, audizione parlamentare in Commissione Diritti Umani con UNHCR, AMNESTY e altri rappresentanti di rifugiati e organizzazioni per i diritti umani.
Alle 20 concerto al Colosseo di Tony Esposito e Mark Kostabi, con Antonio Nicola Bruno e Paul Kostabi. Opening act il cantautore Frail. Radio ufficiale dell’evento Radio Manà Manà. con Niemat Ahmadi, sopravvissuta del Darfur.
Alle 14, audizione parlamentare in Commissione Diritti Umani con UNHCR, AMNESTY e altri rappresentanti di rifugiati e organizzazioni per i diritti umani.
Alle 20 concerto al Colosseo di Tony Esposito e Mark Kostabi, con Antonio Nicola Bruno e Paul Kostabi. Opening act il cantautore Frail. Radio ufficiale dell’evento Radio Manà Manà.
All’iniziativa sono collegati un libro e la mostra ‘Volti e colori del Darfur’, di cui è curatrice la stessa Napoli, allestita nell’area antistante l’Arco di Costantino.

Leggi:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE