Sei qui:  / Opinioni / L’unica buona destra è quella antifascista

L’unica buona destra è quella antifascista

 
Con la progressiva crescita della Meloni, molti si chiedono se questa leader stia costruendo una “buona destra”. Per chi – come me – è di sinistra, l’unica buona destra è quella antifascista. Cioè il pensiero liberale o più genericamente conservatore, con una visione diversa da quella della sinistra, che tuttavia ripudia il ventennio nero.
La Meloni dice e non dice con molta abilità. Per conquistarsi l’elettorato basculante tra Lega, Forza Italia e Italia Viva dà un colpo al fascismo e uno all’antifascismo. E così pesca abbondanti consensi tra i revisionisti amnesici dell’ “ha fatto tanti errori, ma anche cose buone”. In più, sparge spruzzatine di moderazione quando Salvini straparla e il gioco è fatto, tanto che un sorpasso di Fratelli d’Italia sulla Lega appare sempre più probabile. Quanto tutto questo sia un segnale per la nascita di una buona destra è tutto da vedere. Ma è difficile immaginare qualcuno più deleterio del Capitano.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE