Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / Giornata di contronarrazione vs l’odio ai danni di chi cerca rifugio

Giornata di contronarrazione vs l’odio ai danni di chi cerca rifugio

 

L’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato il 20 giugno di ogni anno con la Risoluzione 55/76. Il documento è stato approvato il 4 dicembre 2000 in occasione del 50° anniversario della Convenzione del 1951 relativa allo status dei rifugiati.

Per celebrare la Giornata, l’ UNHCR, the UN Refugee Agency ha lanciato la campagna #WithRefugees che durerà fino al 19 settembre.

La nostra campagna del No Hate Speech Movement Italia ha scelto invece come tema contronarrante di quest’anno: QUAL E’ IL VERO PROBLEMA?
Questo allo scopo di dimostrare che il VERO problema quando si parla di chi migra e cerca rifugio è l’ #odio, in quanto non si può accettare che si parli di persone come di “problemi”, ma bisognerebbe anzi prodigarsi affinché chiunque nelle nostre società possa ricevere l’aiuto e il supporto di cui ha bisogno.

Ci ha aiutato a riflettere riguardo il relativismo dell’idea di “problema” Camara Madassa, arrivato in Italia dal Mali sei anni fa e che ci ha regalato queste parole:

“Il tempo che ci sta addosso non è uguale
Il tempo viene percepito da ogni singolo individuo tenendo conto del proprio vissuto. Camara Madassa non può aspettare, il tempo scorre velocemente. É una scelta difficile che porta con sé tutte le sue fragilità, ma che è impellente e necessaria quando la vita e le libertà sono messe in pericolo. Ti accorgi che non hai più il tempo per vivere e decidi di partire per continuare a sperare nel futuro.”

Seguiteci dunque nella giornata di oggi per scoprire quali sono i veri problemi da affrontare quando si parla di chi migra e cerca rifugio e, come sempre, #noallodio 

#GiornataMondialeRifugiato Ufficio Antidiscriminazioni Razziali-Presidenza del Consiglio dei Ministri UNHCR Italia – Agenzia ONU per i Rifugiati Paul Pogmadà

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.