Sei qui:  / Articoli / Scia senza fine di minacce ai giornalisti campani, altri due casi in poche ore nella provincia di Caserta

Scia senza fine di minacce ai giornalisti campani, altri due casi in poche ore nella provincia di Caserta

 

“Altri due giornalisti minacciati in Campania nello stesso giorno, uno in provincia di Napoli e una in provincia di Caserta. A Vairano Patenora il collega Giancarlo Izzo, che sul suo sito paesenews.it si occupa della vicenda della centrale Turbogas in costruzione, ha ricevuto una lettera minatoria insieme ad un proiettile da caccia: “Una palla alle spalle non te la toglie nessuno”, è scritto nel messaggio. Già nei giorni scorsi c’erano stati momenti di tensione con i comitati che si oppongono alla costruzione della centrale. Sul caso indagano i carabinieri che hanno anche acquisito le immagini delle telecamere della videosorveglianza e attivato già una vigilanza. L’altro episodio riguarda la giornalista di Stylo.it Francesca Piccolo, che ieri mattina ha trovato la sua auto danneggiata. La cronista si stava occupando di un’inchiesta sulle iniziative amministrative legate ai laghi della zona e già nei giorni scorsi era stata avvicinata e invitata ad allontanarsi dal luogo dove stava scattando alcune foto. Abbiamo già sottoposto al ministro dell’Interno la situazione di grande emergenza per l’informazione in Campania, e il viceministro Matteo Mauri sarà il 5 febbraio a Caserta e a Napoli dove incontrerà, insieme ai vertici del sindacato dei giornalisti, i colleghi minacciati. È evidente che sono necessari interventi per garantire la sicurezza dei cronisti e il diritto, costituzionalmente sancito, di informare”. È quanto affermano in una nota congiunta la Fnsi e il Sindacato unitario giornalisti della Campania
(Nella foto l’auto danneggiata della giornalista Francesca Piccolo)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE