Sei qui:  / Opinioni / L’omofobia uccide ancora in Uganda: trucidato l’attivista John “Brian” Wasswa 

L’omofobia uccide ancora in Uganda: trucidato l’attivista John “Brian” Wasswa 

 

L’attivista ugandese per i diritti LGBT+ John Wasswa, detto Brian, è stato assassinato ieri – 5 ottobre 2019 – a colpi di mazza e machete. L’omicidio è avvenuto nell’abitazione in cui viveva il difensore dei diritti umani, a Jinja, città vicina al Lago Victoria. John era membro della Fondazione Children of the Sun, che difende i diritti degli omosessuali. I medici del Regional Referral Hospital hanno tentato in ogni modo di salvarlo, ma le ferite erano troppo gravi. Condoglianze da parte di EveryOne Group agli amici di Brian (la famiglia della vittima aveva ripudiato il ragazzo fin da quando avava appreso della sua omosessualità) e alla comunità LGBT+ ugandese.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.