Sei qui:  / Blog / Dall’arrampicata all’handbike: quattro giorni di sport per tutti a Exposanità

Dall’arrampicata all’handbike: quattro giorni di sport per tutti a Exposanità

 

Prove, tornei, un memorial dedicato a Gianni Scotti, un convegno su sport e salute e incontri con i campioni paralimpici. È il programma del Cip dell’Emilia-Romagna per l’evento che si tiene a Bologna dal 18 al 21 maggio. Milani: “Offrire a più persone possibili l’opportunità di fare sport”

 

BOLOGNA – Arrampicata sportiva, sollevamento pesi, tiro a segno, tennistavolo, handbike. Sono le discipline sportive a cui ci si potrà avvicinare, grazie al Comitato italiano paralimpico dell’Emilia-Romagna, a Exposanità, la mostra internazionale su sanità e assistenza, la cui ventesima edizione si terrà alla Fiera di Bologna dal 18 al 21 maggio. Quattro giorni di dimostrazioni, incontri con i campioni, un memorial dedicato a Gianni Scotti e un convegno sullo sport come fonte di benessere per il corpo e per la mente. “Vogliamo offrire a più persone possibili l’opportunità di avvicinarsi allo sport, che soprattutto per i disabili può essere un importante strumento terapeutico, riabilitativo e di affermazione personale, una pratica di benessere da abbracciare per tutta la vita”, dice Melissa Milani, presidente del Cip Emilia-Romagna.

All’interno del salone Horus con i prodotti e i servizi per la disabilità (padiglione 22), il Cip allestirà un’area dotata di attrezzature per praticare alcune specialità paralimpiche grazie alla presenza di tecnici di federazioni e discipline. Dal pomeriggio del 18 maggio, i visitatori potranno cimentarsi in vari sport, dal calcio balilla al tiro a segno con pistola o carabina per ciechi, dalle arti marziali alla pallacanestro e la scherma in carrozzina. Inoltre, sarà possibile assistere alla Coppa Italia (venerdì 20 alle 10) e a un collegiale di sollevamento pesi (sabato 21 alle 10) a cura della Fipe, a un triangolare di sitting volley a cura della Fipav (venerdì 20 alle 14), a gare di arrampicata sportiva con la Fasi (sabato 21 alle 10) e a tre partite 3 contro 3 di pallacanestro in carrozzina a cura della Fipic (sabato 21 alle 10).

Un memorial per ricordare Gianni Scotti, storico presidente del Cip regionale scomparso nel febbraio 2015. le gare del memorial si terranno il 19, 20 e 21 e verranno premiati, tra gli assistiti Inail e dell’Istituto di riabilitazione di Montecatone, i migliori atleti della categoria principianti del calcio balilla, dell’arrampicata sportiva, del sollevamento pesi e del sitting volley. “Tutto quello che il movimento paralimpico è oggi in Emilia-Romagna, lo deve a Gianni Scotti – continua Milani – Il memorial è un modo per tenere vivo il suo ricordo e per coinvolgere ancora di più chi sta muovendo i primi passi nella pratica sportiva”.

I campioni dello sport paralimpico a Exposanità. La mostra internazionale sarà l’occasione per incontrare da vicino alcuni dei protagonisti dello sport italiano. Il 20 maggio, nell’area dedicata al tiro a segno, sarà presente Massimo Croci, atleta che rappresenterà l’Italia a Rio 2016, vincitore di 6 titoli italiani nella carabina ad aria compressa e di 4 nella carabina a fuoco. Tra gli arcieri, ci saranno anche Monica Borelli, la pluricampionessa Eleonora Sarti (sempre il 20, dalle 15) e Fabio Azzolini, che si appresta a partecipare alla sua terza Paralimpiade dopo Pechino 2008 e Londra 2012. Nell’area canottaggio il 20 maggio sarà presente Maria De Rosa, che oltre ad aver vinto la medaglia d’oro nel doppio misto al Campionato italiano di società e pararowing è anche nazionale di sitting volley, mentre il 21 maggio nell’area dello showdown l’appuntamento è con il vicecampione mondiale (e tre volte campione italiano) Marco Ferrigno.

Allenatori e dirigenti di federazioni e discipline sportive di enti e società saranno presenti nello stand del Cip Emilia-Romagna (stand C78 padiglione 22) per dare informazioni a chi intende iniziare una pratica sportiva. Infine, il 20 maggio alle 10 si terrà un convegno su “Corpo, mente e salute attraverso lo sport” in collaborazione con l’Università di Bologna, nel corso del quale saranno presentati i progetti realizzati in regione per diffondere lo sport come pratica di vita sana e come strumento di piena inclusione dei disabili (Sala Rossini tra i padiglioni 21 e 22).

Da redattoresociale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE