La ditta

0 0

da Libertà e Giustizia

Com’era bello l’articolo 67 della Costituzione! “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”.
Nasceva da una storia appena finita e dalla riconquista della libertà . E conferiva agli eletti la dignità di un ruolo, il più alto, che erano stati chiamati a esercitare.
Ora come si voterà in Parlamento viene deciso dalla segreteria di una cosa che sorridendo viene chiamata “la ditta”. Fu una battuta di Bersani a introdurre questo termine per indicare il partito. Gli venne spontaneo forse anche perché sapeva che il partito non c’era più.
“La ditta” ha avuto successo. Ora è diventata una parola usata senza sorridere. E’ una cosa seria, assicura porzioni più o meno grandi di potere e ha un leggero sapore di mafiosità: ricorda il titolo di un serial televisivo. E chi non è gradito non ha articolo 18 a proteggerlo.
Era bello e difficile rappresentare la Nazione, tutti gli italiani, senza vincolo di mandato.
Molto meno essere un dipendente di una ditta. Ecco dove ci ha portato la politica irresponsabile di questi anni.

http://www.libertaegiustizia.it