Sei qui:  / News / Il cordoglio di Fnsi e Assostampa Emilia Romagna per scomparsa giornalista Camillo Galba

Il cordoglio di Fnsi e Assostampa Emilia Romagna per scomparsa giornalista Camillo Galba

 

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana e l’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna annunciano con profondo dolore la scomparsa a soli 57 anni del collega Camillo Galba dopo una breve malattia.
Camillo Galba era entrato nella redazione di Libertà, quotidiano di Piacenza, nel 1981 e attualmente lavorava con la qualifica di vice caposervizio nella redazione Interni Esteri.

Da molti anni si era impegnato nel sindacato dei giornalisti, diventando un dirigente di primo piano prima a livello regionale, poi anche nazionale. E’ stato vicepresidente dell’Aser (Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna) dal 1998 al 2004 e poi presidente dell’Aser dal 2004 al 2011, anno in cui è entrato a fare parte della Giunta esecutiva della Fnsi (Federazione Nazionale della Stampa Italiana). Era anche componente del Dipartimento sindacale della stessa Federazione.
Il suo impegno sindacale traeva origine anche dalle esperienze politiche maturate in gioventù all’interno del Partito Liberale Italiano e successivamente nell’Associazione dei Liberali, nonché nell’attività di amministratore pubblico del Comune di Rivergaro, località del piacentino di cui era originario.

Camillo Galba era da sempre un collega e dirigente sindacale molto stimato per la sua costante disponibilità e per le conoscenze che metteva al servizio dei colleghi in difficoltà. Rigoroso e assai determinato nel sostenere le proprie convinzioni, ma non si sottraeva mai al confronto ed era sempre rispettoso delle idee altrui, anche di quelle che non condivideva.
Fino all’ultimo ha partecipato alla vita del sindacato nelle battaglie delle tante vertenze con gli editori e nel dibattito sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro.
Il Sindacato dei giornalisti ne ricorda l’esempio e si stringe commosso alla famiglia.
I funerali si terranno mercoledì 27 agosto alle 10,30 nella Chiesa Parrocchiale di Rivergaro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE