Sei qui:  / News / La scomparsa di Camillo Galba. Cerrato: è stato un riferimento certo per i diritti dei giornalisti italiani

La scomparsa di Camillo Galba. Cerrato: è stato un riferimento certo per i diritti dei giornalisti italiani

 

“Sono profondamente colpito dalla morte di un collega da sempre generosamente impegnato nel sindacato come Camillo Galba. È stato per anni un riferimento certo per saggezza e conoscenza della storia sindacale dei giornalisti italiani. Protagonista di tante lotte in difesa dei diritti di chi ha compito e dovere di informare, per ultima quella sul recente rinnovo del Contratto”. Così, il presidente della Casagit, Daniele Cerrato esprime il cordoglio per la scomparsa improvvisa, a 57 anni, di Camillo Galba. “Un uomo e un collega – continua Cerrato – che sapeva intervenire con competenza sui temi specifici più complessi del nostro patto di lavoro giornalistico, dribblando talvolta con un sorriso, i momenti più spinosi del confronto sindacale interno alla Federazione Nazionale della Stampa. Una fine inattesa e una malattia breve, improvvisa, lo hanno sottratto a quanti gli hanno voluto bene e a chi lo ha sempre stimato. Esprimo – conclude Daniele Cerrato – le più sentite condoglianze e la vicinanza mia personale, del Consiglio di Ammistrazione, della Direzione Generale e del Collegio Sindacale della Casagit ai suoi cari, ai colleghi di Libertà, al figlio Filippo e al fratello Emanuele”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE