Sei qui:  / News / Europee: Green Italia-Verdi europei, su spazi televisivi situazione scandalosa. Chiederemo 10 milioni di danni che destineremo a costruzione di asili nido

Europee: Green Italia-Verdi europei, su spazi televisivi situazione scandalosa. Chiederemo 10 milioni di danni che destineremo a costruzione di asili nido

 

“Chiederemo 10 milioni di euro di danni che devolveremo per la costruzione di asili nido perche’ quello che e’ accaduto e sta accadendo rispetto agli spazi televisivi nella campagna elettorale per le europee e’ di una gravita’ inaudita”. Lo si legge in una nota di Green Italia – Verdi europei i cui rappresentanti hanno protestato questa mattina davanti alla sede della Rai di Viale Mazzini.

“Ma non basta perche’ chiederemo che venga fatta giustizia anche in sede amministrativa in quanto non solo la delibera dell’Autorite’ di Garanzia delle Comunicazioni è illegittima perche’ quello doveva essere un atto della commissione di Vigilanza Rai ma anche perche’ l’Agcom non ha assegnato alla nostra lista Green Italia Verdi Europei, anche alla luce della decisione 2/2014 dell’Ufficio Elettorale Nazionale presso la Suprema Corte di Cassazione, gli spazi dovuti, in base all’art. 8 comma 4 della delibera Agcom sulle Europee, ad una forza che nel Parlamento europeo ha l’8% dei seggi”.

“L’azzeramento dei Verdi e degli ecologisti dai telegiornali, dai programmi di approfondimento e dai talk show e’ confermato dagli stessi dati resi noti sul sito dell’Agcom che nell’ultima rilevazione ci assegna zero secondi sia per tempo di notizia che di parola. Si tratta di una situazione insostenibile rispetto alla quale abbiamo intenzione di andare fino in fondo in tutte le sedi giudiziarie e istituzionali perche’ quello che sta accadendo non solo e’ un danno per la lista Green Italia – Verdi Europei ma rappresenta un’offesa ai cittadini che non sono messi nelle condizioni di avere una corretta informane rispetto ai programmi elettorali delle forze politiche in campo per le prossime elezioni”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE