Sei qui:  / Blog / Giornalista del “Secolo” insultato dal vicesindaco di Genova

Giornalista del “Secolo” insultato dal vicesindaco di Genova

 

virgolettato una frase mai detta”, si scusa l’amministratore. Episodio denunciato dall’Ordine dei giornalisti e dal sindacato ligure

Un giornalista del Secolo XIX è stato insultato nel pomeriggio del 1 ottobre dal vicesindaco e assessore all’Urbanistica del comune di Genova, Stefano Bernini (Pd). L’episodio è accaduto a Palazzo Tursi, al termine del Consiglio comunale ed è stato denunciato dall’Ordine dei giornalisti e dal sindacato ligure.

“Maleducazione a parte, gli insulti del vicesindaco sono un attacco violento alla professionalità di un giornalista e, soprattutto, al diritto di cronaca. Un comportamento inaccettabile, tanto più se arriva da un amministratore pubblico e in un contesto ufficiale”, si legge in una nota diffusa dal presidente dell’Odg della Liguria Filippo Paganini e dal segretario dell’Associazione Ligure dei giornalisti Alessandra Costante.

L’attacco al giornalista è stato confermato da Bernini, che si è giustificato colpevolizzando il cronista di aver inserito in un suo articolo una frase che lui non aveva mai detto. “Ho definito il giornalista disonesto intellettualmente – spiega Bernini – perchè in un articolo ha messo una frase tra virgolette che non ho mai pronunciato. Lui mi ha risposto che ero un bugiardo”.

Secondo il vicesindaco, il giornalista lo avrebbe anche accusato di tenere in un cassetto un documento sui costi della cosiddetta Gronda autostradale del ponente genovese, documento che al momento del confronto, sostiene il vicesindaco, non era ancora in suo possesso.

OSSIGENO

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE