Sei qui:  / Articoli / Il 19 settembre presentazione dell’Annuario italiano dei diritti umani 2013

Il 19 settembre presentazione dell’Annuario italiano dei diritti umani 2013

 

Giovedì 19 settembre sarà presentato l’Annuario italiano dei diritti umani 2013*.
L’evento, organizzato dalla Commissione diritti umani del Senato, dal Comitato interministeriale per i diritti umani del Ministero degli affari esteri e dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell’Università di Padova, avrà luogo a Roma, alle ore 16.30, presso la Sala Zuccari di palazzo Giustiniani, in via della dogana vecchia, 29.

Interverranno:

Luigi Manconi, Presidente della Commissione per i diritti umani, Senato della Repubblica

Marco Mascia, Direttore del Centro di Ateneo per i Diritti Umani, Università di Padova

Antonio Papisca, Direttore dell’Annuario italiano dei diritti umani, Università di Padova

Andrea Cofelice, Membro del Comitato di ricerca e redazione dell’Annuario italiano dei
diritti umani

Pietro de Perini, Membro del Comitato di ricerca e redazione dell’Annuario italiano dei
diritti umani

Claudia Pividori, Membro del Comitato di ricerca e redazione dell’Annuario italiano dei
diritti umani

E’ prevista la presenza del Ministro degli affari esteri, Emma Bonino.

*La pubblicazione è curata dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani
dell’Università di Padova

Media partner: oltreradio.it

Informazioni e accrediti:
Commissione diritti umani 06.6706.5299
dirittiumani@senato.it
I giornalisti devono accreditarsi presso l’Ufficio stampa del Senato
Fax: 06.6706.2947 E_mail: accrediti.stampa@senato.it

——-

L’Annuario italiano dei diritti umani 2013, terzo della serie, curato dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell’Università di Padova, offre dati aggiornati su come l’Italia opera nell’adattare la propria legislazione e le proprie politiche agli obblighi derivanti dal diritto internazionale dei diritti umani e dagli altri impegni che il Governo ha volontariamente assunto di fronte alla comunità internazionale.

Sono presi in esame i più significativi atti posti in essere dalle istituzioni nazionali e locali a livello interno e internazionale, compresi quelli delle istituzioni educative e accademiche e delle organizzazioni di società civile. Ampio spazio è dedicato ai rapporti e alle raccomandazioni che le istituzioni internazionali – Nazioni Unite,
Consiglio d’Europa, Unione Europea e altre organizzazioni di cui l’Italia fa parte – hanno indirizzato all’Italia nel 2012.

Il volume, infine, passa in rassegna le pronunce giudiziarie emesse nel corso del 2012 che meglio illustrano la posizione dell’Italia in rapporto ai diritti fondamentali internazionalmente riconosciuti. «L’Italia e i diritti umani nel 2012: un anno di sofferenza per i diritti economici, sociali e culturali» è il titolo dell’introduzione dell’Annuario.
Avvalendosi di dati Istat relativi alla disoccupazione e alla povertà, si vuole così attirare l’attenzione sul fatto che lo Stato ha l’obbligo di tutelare i diritti economici, sociali e culturali parimenti a quelli civili e politici, in particolare che il lavoro è un diritto fondamentale della persona, non un mero principio filosofico.

Nella presente edizione, la Agenda italiana dei diritti umani: verso l’UPR 2014, che mette a fuoco le sfide immediate e di lungo periodo che istituzioni e società devono affrontare nel perseguire la piena realizzazione dei diritti umani di tutti, intende segnalare che appunto nel 2014 è in calendario il secondo Esame periodico universale dell’Italia
davanti al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE