Sei qui:  / Articoli / Interni / Giovanardi contro Ilaria Cucchi: “Strumentalizza tragedia del fratello”

Giovanardi contro Ilaria Cucchi: “Strumentalizza tragedia del fratello”

 

Non è di certo nuovo alla polemica spicciola l’On. Giovanardi e non è la prima volta che decide di prendersela con la famiglia Cucchi. Già nel 2009 quando era ancora sottosegretario con delega per la lotta alla droga aveva dichiarato, sempre su Radio24, “Stefano Cucchi era in carcere perché era uno spacciatore abituale…” Poveretto, è morto, e la verità verrà fuori, soprattutto perchè pesava 42 chili”. Dunque Stefano Cucchi sarebbe morto perchè anoressico e drogato.
Difficile poi non annoverare quelle fatte, e ribadite anche in questi giorni, in merito alla tragedia di Ustica secondo le quali il Dc9 sarebbe sarebbe esploso in volo a causa di una bomba e non per colpa di un missili come confermato invece dalla Cassazione appena qualche giorno fa.

Oggi il suo bersaglio diventa invece Ilaria Cucchi “colpevole” a suo avviso di usare in maniera strumentale la tragedia del fratello per la sua scalata politica: “Come succede sempre in Italia – ha affermato- su fatti come questi, si costruisce una carriera politica e la sorella è diventata capolista di un partito. Era evidente che sarebbe finita così. Suo fratello è una vittima, era una persona malata, ha tentato più volte di recuperarsi, ha avuto una vita difficile da tossico e spacciatore. Ma da questo alla Provincia di Roma che gli voleva intitolare le scuole come se fosse un esempio ai giovani, non ci sto. E’ come con Carlo Giuliani: certo Giuliani è una vittima, poveretto. Ma si possono intitolare a lui le sale del Parlamento? Io dico no, perché quando è morto stava per ammazzare tre carabinieri”

Alle dichiarazioni sono seguite risposte indignate fra cui quella della stessa Ilaria che ha accusato l’esponente Pdl di avere lui per primo strumentalizzato la vicenda di Stefano e di Antonio Di Pietro: “ “Giovanardi si dovrebbe vergognare. Le sue parole sono gravi e inaccettabili e offendono la memoria di Stefano Cucchi. Chieda immediatamente scusa alla famiglia che ha già sofferto abbastanza. Pretendiamo scuse pubbliche, soprattutto perché è intollerabile che un rappresentante delle istituzioni possa pronunciare frasi così terrificanti, ignobili e insensibili. Esprimiamo piena solidarietà e vicinanza a Ilaria e a tutta la sua famiglia”.

Solidarietà è stata espressa anche dall’associazione Articolo21 attraverso il suo portavoce Giuseppe Giulietti che aggiunge: ” Giovanardi chi ? Quello che : ” Nessun missile ha mai colpito il DC 9 inabissato ad Ustica?”. La smetta di molestare i familiari delle vittime e chieda scusa a loro e a Ilaria Cucchi che, da anni insieme ai suoi genitori, sta conducendo una dura battaglia per reclamare veritá e giustizia per il fratello Stefano.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE