Sei qui:  / Articoli / Informazione / Diffamazione. Nuova legge vendicativa, il Senato si fermi

Diffamazione. Nuova legge vendicativa, il Senato si fermi

 

di Fnsi
Una legge contro la libera stampa, come mai forse si era vista. Il Senato si fermi, finche è in tempo. Se non servono leggi sospinte dalle emozioni, meno ancora servono leggi vendicative. Non c’è sacrificio – anche personale – che possa valere l’introduzione di una pessima legge così come appare dalle ultimissime notizie  relative al progetto di legge in discussione, in queste ore, al Senato sulla diffamazione a mezzo stampa… una serie di norme – tenaglia che neanche la scelta di cancellare il carcere tra le pene possibili a carico dei giornalisti rende giustificabile,  né potabile. La stampa non ha bisogno di questi ‘difensori’. Se non si ha la capacità di fare le leggi per la libertà e i diritti del popolo italiano e non contro di esso, e si vogliono tutelare ancora una volta i poteri che la stampa – talvolta anche risultando irriverente o eccedente – ha il compito di controllare, meglio lasciare le cose come stanno. E confidare nel buon senso e nella saggezza della maggior parte di giudici e giornalisti nell’interpretare la loro professione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE