Sei qui:  / Articoli / Culture / “La Musica è finita?”

“La Musica è finita?”

 

Grande interesse per l’appuntamento “La Musica è finita?” svoltosi al Forum del Terzo Settore a Roma, promosso da Arci, Audiocoop, Amici della Musica e Cemat in occasione del 21 giugno, Festa Europea della Musica, per fare il punto sul difficile momento che sta vivendo il mondo della musica italiana. L’incontro ha messo in luce le difficoltà del settore partendo dalla constatazione che musica dal vivo e discografia soffrono della crisi, della mancanza di politiche organiche e una legislazione di settore adeguata. Molto apprezzato il messaggio della presidente della commissione Cultura della Camera dei Deputati, Manuela Ghizzoni, che auspica un veloce iter della proposta di legge sullo spettacolo dal vivo per poi promuovere anche una legge a sostegno della musica “senza distinzioni fra generi”.

E’ stato chiesto un sostegno maggiore alle organizzazioni no profit che operano nel settore e alla discografia indipendente. Molto alta l’attenzione per il lavoro della Commissione e del Parlamento Europeo per la definizione del programma “Creative Europe” e delle linee guida per i prossimi fondi strutturali che potrebbero sostenere anche le politiche culturali dei Paesi dell’Unione. Un ulteriore segnale di attenzione a quello che accade a livello internazionale viene dal manifesto globale della musica indipendente presentato oggi a New York al quale anche AudioCoop ha aderito. Ruolo importante per il sostegno agli artisti e alla creatività è svolto dalle società di gestione dei diritti d’autore e diritti connessi.

Su questo punto il confronto tra esperienze e posizioni diverse ha evidenziato una generale forte preoccupazione per gli esiti del commissariamento della Siae, con diversi scenari possibili e non tutti auspicabili. Un ente che ha sempre più i connotati di una società per azioni rischia di non tutelare piccole etichette ed artisti emergenti, né di dare spazio a nuove forme di tutela delle opere come le licenze Creative Commons.

Liberalizzare il settore della raccolta e gestione dei proventi da diritto d’autore e diritti connessi potrebbe determinare una situazione difficile e negativa per gli artisti se non si inserisce in un quadro normativo nuovo che tuteli davvero la concorrenza in questo settore, con una forte attenzione del Governo e degli organi preposti. E’ sentimento comune che è urgente trovare nuove risorse, puntare alle innovazioni legate al digitale e al mondo del web, scardinare vecchi meccanismi che bloccano il settore musicale.

Al termine dell’incontro il Nuovo Imaie ha premiato il gruppo degli Area quali migliori artisti indipendenti italiani di tutti i tempi come risultato dal grande referendum indetto dal MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti. A chiudere l’incontro la presentazione di  “Ancora in piedi”, progetto lanciato da Arci e AudioCoop per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma in Emilia Romagna e Lombardia, grazie all’aiuto degli artisti della scena indipendente.

Coordinati da Tommaso “Piotta” Zanello, promotore dell’idea, hanno aderito più di 20 importanti artisti della scena indie: 99 Posse, Roberto Angelini, Pierpaolo Capovilla (Teatro degli orrori), Enrico Capuano, Cisco, Combass (Apres La Classe), Dellera (Afterhours), Dj Aladyn, Andrea Ferro & Marco “Maki” Coti Zelati (Lacuna Coil), Le Braghe Corte, Lemmings, Erica Mou, Federico Poggipollini, Eva Poles, Quintorigo, Sud Sound System, Velvet.

Il brano “Ancora in piedi”, prodotto da Piotta e Ra-B, è una moderna ballata realizzata facendo della rete, di Skype e del digital delivery un potente mezzo creativo a costo zero, così da non incidere sul ricavo dei fondi raccolti dalla vendita e dall’utilizzo del brano.
Tutti i proventi saranno versati sul c/c di Banca Etica 145350 – Emergenza Terremoto in Nord Italia,ed utilizzati per sostenere direttamente le esperienze locali piu’ in difficolta’. Il brano sarà distribuito dal 3 Luglio su tutte le piattaforme digitali a cura di Made In etaly.
2012 in tutti i digital stores da Made In etaly.
Il 10 Luglio, grazie al supporto della rete dei circoli Arci Real e di Medianet,  uscirà poi il videoclip del brano per la regia di Luna Gualano, già vincitrice del Roma Videoclip Festival  e più volte finalista del premio P.I.V.I.
Secondo gli organizzatori, l’iniziativa di oggi diventa un appuntamento annuale che si svolgerà ad ogni 21 giugno, festa europea della musica, per rafforzare il settore della musica e affrontare insieme le principali sfide per il futuro della musica in Italia e in Europa.

All’incontro hanno aderito, oltre ad Arci, AudioCoop, Amici della Musica e Cemat, C.Re.S.Co., F.E.M.I., Smart,  Rete dei Festival, Acep/Crea, Eccom/We Are More, Movem,  Felsa, Fiofa, Doc Servizi, Suono Italia, Agorà Digitale e numerosi altri operatori.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE