Turchia, quando dissentire è un crimine. Chiediamo la libertà dei giornalisti!

Stasera a Roma, chi sta dalla parte della libertà d’informazione chiederà la scarcerazione dei giornalisti arrestati

Missing Map Project: i Paesi poveri sono ignorati anche dalle carte geografiche

Mezzo mondo senza dati, così titola l’Economist l’articolo sul progetto Missing Map, nato con lo scopo di mappare le aree più remote del globo

Tunisia, al voto tra speranze e paure

Oggi, lunedì 22 dicembre, 5 milioni di Tunisini aspettano di conoscere i dati ufficiali che decreteranno il nuovo presidente della repubblica. Gli exit poll sono tutti per Béji Caid Essebsi ottantottenne leader del Nidaa Tounes (“Appel de la Tunisie”)

Illuminamo insieme la crisi più dimenticata: il caso Centrafrica

Nella Repubblica Centrafricana i bambini non fanno più notizia, ma oltre 2,5 milioni di essi continuano a vivere in costanti situazioni di paura. Hanno uno scarso accesso a servizi essenziali e fanno completo affidamento sugli aiuti umanitari. Non dimentichiamoci di queste umanità disperate, non ricordiamoci di loro solo a Natale

Siria, voci su Padre Dall’Oglio in un carcere. Cautela del ministro Gentiloni

Padre Dall’Oglio, rapito lo scorso anno a Raqqah, roccaforte del “califfato” nella Siria settentrionale in Siria, sarebbe “vivo e detenuto in un carcere dello Stato islamico “. Lo scrive l’AdnKronos

#NOBAVAGLIOTURCO Roma, Domani alle 19.00 a Via Palestro, davanti l’Ambasciata Turca con le fiaccole della libertà

Articolo21 Liberi di, l’ Ordine dei Giornalisti, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, l’UsigRai, la Tavola della Pace, il Comitato 3 Ottobre, Stampa Romana, e Libera Informazione hanno confermato il presidio e la fiaccolata

Le torture come strumento di governo

La CIA inganna abitualmente la Casa Bianca sui delitti che ordina o commissiona e questa, a sua volta, usa la CIA costringendola a mentire

Lo “stesso dolore”: attacchi
e rappresaglie senza fine in Pakistan

“Volevamo che i militari che ci perseguitano provassero il nostro stesso dolore”. Con questa frase, un portavoce dei talebani pakistani ha rivendicato la strage di bambini avvenuta ieri in una scuola di Peshawar.

Pakistan, dietro la strage c’è l’esplicito attacco al sistema educativo dello stato

L’attentato di oggi reclama una risposta forte non solo delle istituzioni pakistane

Rapporto Rsf: “Aumentata la strumentalizzazione della violenza contro i giornalisti”

Nel 2014 i giornalisti uccisi sono stati 66: due in meno che lo scorso anno quanto i morti furono 68

#nobavaglioturco: un hashtag di libertà, una fiaccolata di democrazia. Il 23 dicembre alle 19 sotto l’ambasciata turca di Roma

Per dimostrare la nostra solidarietà alla popolazione turca à cui viene tolto il diritto di essere informati e ai giornalisti a cui viene tolto quello di informare.

Turchia: Siddi (Fnsi): “inaccettabili arresti di giornalisti, deriva autoritaria e vendicativa”

“Arrestate 32 persone tra giornalisti, editori e dirigenti dei media. Un fatto sconvolgente, un attacco sfrontato alla libertà di stampa”

Cecenia, la rappresaglia contro i difensori dei diritti umani

Il 4 dicembre, nel centro della capitale cecena Grozny, un gruppo di terroristi ha preso d’assalto il Centro per la stampa. Nel conflitto a fuoco sono morti 11 componenti del gruppo, 14 poliziotti e un civile. Quella che segue è la cronaca dei successivi 10 giorni

Turchia, giornalisti in carcere ma i diritti contano meno degli interessi economici

Erdogan risponde alla nota di Federica Mogherini dicendole “fatti gli affari tuoi”. Sulla situazione in Turchia la rivista on line Il Caffè Geopolitico ha intervistato la giornalista Marta Ottaviani

Erdogan chiude le porte all’Europa e alla libertà di espressione

Qualche settimana fa, in un’intervista al quotidiano Hurriyet, il premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk, aveva dichiarato: “La cosa peggiore è che c’è un clima di paura. Trovo che tutti abbiano paura, questo non è normale. La libertà di espressione è giunta a un livello molto basso”. E riferendosi in particolare ai giornalisti aveva […]

Giulietto Chiesa arrestato in Estonia. Perché?

Giulietto Chiesa è stato arrestato dalle autorità estoni al suo arrivo a Tallin. Il giornalista ed ex deputato europeo era nella capitale estone per una conferenza

Pakistan, strage di bambini. L’Italia trovi una forte risposta comune

Oggi è un giorno di lutto per il mondo, non solo per il Pakistan. Ancora bambini trucidati dall’odio. Ancora innocenti presi  in ostaggio per colpe non loro e di un odio che tende ad aumentare, che distrugge intere comunità e famiglie che hanno proprio nella scuola e nell’istruzione il punto di riferimento per i loro […]

Turchia, attacco alla stampa libera

Dire la verità costa sempre molto. La scure della censura si è abbattuta oggi contro i giornalisti turchi. Complessivamente sono stati effettuati ventitrè arresti in un’operazione che ha coinvolto tredici città.

Erdogan si vendica e uccide la libertà di stampa in Turchia

Con i 23 arresti di oggi in Turchia salgono a 63 i giornalisti incarcerati nel Paese che chiede, da tempo, di entrare in Europa. Recep Tayyp Erdogan l’aveva promesso un anno fa e oggi, da presidente, si vendica del suo acerrimo nemico, Fehtullah Gulen, 72 anni, scrittore e filosofo, ex imam e predicatore, da anni […]

Repubblica Centrafricana, un anno di crimini contro l’umanità

Da un anno, nella Repubblica Centrafricana (paese sconosciuto ai più, se non forse per i giacimenti di uranio e per le gesta dell’imperatore cannibale Jean Bedel Bokassa, ispirato a Napoleone e amico del presidente francese Giscard d’Estaing, che terrorizzò il suo popolo alla fine degli anni Settanta) è in corso un feroce conflitto interno. La […]

Stati Uniti, dopo il rapporto del Senato sulle torture della Cia deve muoversi la giustizia

L’accesso alla giustizia per le persone sopravvissute alla tortura è stato sistematicamente bloccato dalle autorità statunitensi

Un appello per il riconoscimento dello Stato palestinese

Due popoli e due Stati: questa è stata la linea del compromesso positivo immaginato, negoziato e mai portata a termine. E’ l’”ultimo miglio” di una lunga marcia

Ucciso nello Yemen Luke Somers. La strage di reporter nel mondo a quota 124

Nell’infinita strage di reporter (siamo già a quota 124 quest’anno) c’è ora un aspetto nuovo: l’ultima vittima, l’americano Luke Somers, è stato ucciso infatti in un fallito blitz per liberarlo

“Forse dopo il centesimo stupro si sveglierà”. Insulti e intimidazioni contro la cronista Silvia Fabbi

Tra i tanti casi di cronaca nera che hanno per oggetto femminicidi od episodi di violenza nei confronti delle donne, tra i più odiosi ci sono le aggressioni via web, che rappresentano un attacco ignobile alla dignità delle donne al pari di quella fisica

Inferno Messico, dove la vita di un giornalista non vale niente

Ottanta cronisti uccisi in 14 anni perché indagavano sui narcos. Le loro storie nel docu-film “Silencio“, di Attilio Bolzoni e Massimo Cappello, prodotto dall’Associazione Stampa Romana e dalla fondazione Musica per Roma, con il sostegno di Sky e la collaborazione di Repubblica, che sarà proiettato in anteprima venerdì 5 dicembre, alle 10, all’Auditorium di Roma, nel […]