Marìa del Rosario, blogger rapita, violentata, uccisa dai “narcos”. Accade in Messico

“…Amici e famigliari, il mio vero nome è Maria del Rosario Fuentes Rubio, sono una dottoressa e oggi la mia vita è arrivata al capolinea. Non mi resta altro da dirvi, se non di non commettere lo stesso errore fatto da me, non ci si guadagna niente. Anzi, solo ora mi rendo conto che ho trovato la morte in cambio di nulla. Loro sono più vicini di quanto pensiate…”. Il “messaggio” accompagna una immagine, quella appunto di Maria del Rosario, un corpo senza vita su cui i suoi assassini dopo averla sequestrata, e prima di ucciderla, hanno infierito, violentandola…

Morto lo stilista delle dive Oscar de la Renta. Lutto nel mondo della moda

Oscar de la Renta è morto questa mattina all’età di 82 anni nella sua casa in Connecticut. Icona di stile, amato dalle dive di Hollywood per la sua eleganza classica dal tocco contemporaneo, era da tempo malato di tumore. Lo ha reso noto alla stampa con poche righe Eliza Reed Bolen, figliastra dello stilista. Oscar […]

Una sola speranza per Asia Bibi

La decisione del 16 ottobre della corte d’appello di Lahore, che ha confermato la condanna a morte di Asia Bibi, è un atto spietato, l’ennesima conferma dell’iniquità e dell’arbitrarietà della legislazione contro la blasfemia in vigore da quasi 30 anni in Pakistan e che dev’essere abrogata una volta per tutte. Asia Bibi, una donna cristiana, […]

A Kobane l’inferno dei nostri errori

Si parla di Kobane e dell’inferno che vi sta accadendo, e potrebbe accadervi in proporzioni ancora più drammatiche nei prossimi giorni, come di una nuova Srebrenica: il genocidio compiuto dal colonnello generale Ratko Mladić di cui fra meno di un anno ricorrerà il ventesimo anniversario e del quale non abbiamo ancora finito di vergognarci. Il […]

Quale giornalismo in Siria?

Il 4 ottobre si è svolto all’interno del Festival dell’Internazionale a Ferrara, un incontro dal titolo Siria. Segnale interrotto. La discussione è stata moderata da Lorenzo Trombetta, esperto di questioni mediorientali e relazioni euro-mediterranee. Il giornalista vive a Beirut dal 2005 dove lavora come corrispondente per l’Ansa e collabora con diverse testate; gestisce inoltre il […]

Premio Nobel per la Pace 2014, messaggio di speranza che un futuro migliore per chi non ha diritti è possibile

“Un bambino, un insegnante, un libro, una penna possono cambiare il mondo”. Era il 12 luglio del 2013. Nel giorno del suo sedicesimo compleanno Malala Yousafzai interveniva all’ONU…

Cosa succede a chi si fida di Rohani

Ha avuto luogo diversi mesi fa l’intervista televisiva del Presidente Rohani nella quale invitava gli iraniani espatriati a tornare in patria. “Durante i miei viaggi all’estero ho incontrato gli iraniani che amano il loro paese, come se non più di quelli che ci vivono, quindi veramente abbiamo un grande patrimonio all’estero sperando che tutti tornino e […]

Turchia, scontri nel sud est, 19 curdi uccisi

Negli ultimi mesi in Medio Oriente si è visto di tutto: gli Usa che dopo aver minacciato a lungo un intervento armato contro il regime siriano di Assad lanciano attacchi aerei in Siria ma contro lo Stato islamico; una singolare alleanza tattica anti-Stato islamico che vede sullo stesso lato Usa e Iran; i paesi del […]

Malala e Kailash, un premio che è il riconoscimento a tutti i difensori dei diritti umani

Due Nobel per la pace meritatissimi, quelli assegnati nell’edizione 2014 all’attivista pakistana per il diritto all’istruzione Malala Yousafzai e all’attivista indiano per i diritti dei minori Kailash Satyarthi. Il lavoro di Kailash Satyarthi e Malala Yousafzai…

Russia, la strage dei giornalisti

Ulica Lesnaja, la via dei boschi, è a ridosso del centro, traffico caotico, gente che va (perchè?) sempre di corsa. I boschi non ci sono più da secoli. Al numero 8/12 non si meravigliano se arriva una telecamera: in genere sono stranieri, i russi vengono qui giusto una volta l’anno, il 7 ottobre, a ogni […]

Iran, sospesa l’esecuzione di Reyhaneh

L’esecuzione di Reyhaneh Jabbari è stata sospesa, non è chiaro se definitivamente o meno, apparentemente a seguito di un accordo tra la famiglia della condannata a morte e quella dell’uomo del cui omicidio Reyhaneh Jabbari era stata giudicata colpevole. Amnesty International ringrazia tutti coloro che hanno aderito al suo appello per salvare la vita di […]

Malala e Kailash. Le due facce della pace. Un attivista indiano e una ragazza pachistana

“L’assegnazione del Nobel per la pace a Malala Yousafzai e Kailash Satyarthi rende omaggio all’indiscutibile diritto all’educazione per tutti i bambini, agli uguali diritti per tutte le donne e all’importante campagna contro la loro oppressione”. Così il presidente del…

Il mistero dei Desaparecidos in Ecuador

Secondo la Fiscalìa (Procura) di Quito, sono 17.550 le denunce ufficiali che riguardano la scomparsa di cittadini ecuadoriani dal 2011 al 2013. Due anni terribili, che registrano un aumento medio del 43% nell’anno passato. E, a conferma dei divari esistenti nel Paese, nonostante le innegabili riforme sociali promosse dal Presidente Rafael Correa, in alcune provincie i numeri […]

Alan Henning, partiva, aiutava e basta

Ci è entrato nel cuore e ricorderemo a lungo il volto buono di Alan Henning. Un uomo normale, con una storia normale, che trovava normale aiutare chi soffriva. Senza eroismi ed esibizionismi. Non risulta che avesse un blog o un profilo su Twitter. Gli amici raccontano che non discuteva mai di politica o di religione. […]

Hong Kong, l’appello di Amnesty International per proteggere i manifestanti

Dal 25 settembre, decine e decine di migliaia di persone stanno protestando a Hong Kong per chiedere che le elezioni, previste nel 2017, si svolgano secondo un autentico suffragio universale e non, come prospettato dalle autorità cinesi, scegliendo a chi dare il voto tra un elenco di candidati selezionati e approvati da Pechino. Le manifestazioni si […]

Samira al Nuamimi ha resistito e speriamo che molte altre siano disposte a farlo

A Samira sarebbe bastato ritrattare per essere scarcerata, ma non lo ha fatto. Per  cinque i giorni è stata torturata nella prigione di Mosul, nel nord dell’Iraq dai miliziani  che volevano convincerla a chiedere scusa. Quando hanno capito che non ci sarebbero riusciti , l’hanno uccisa, giustiziata sulla pubblica piazza. Samira Saleh al Nuamimi  era un’avvocatessa  irachena, […]

Parigi, foto Herve Gourdel listata a lutto davanti alla Moschea

“Solo Dio può dare e togliere la vita. Oggi noi musulmani siano tutti uniti per lottare contro questa barbarie che non ha nulla a che fare con la civiltà, l’umanità e che e’ contro i nostri principi”. Le parole di Dalil Boubaker presidente del consiglio francese del culto musulmano risuonano nell’atrio di ingresso della grande moschea di Parigi. Sono migliaia i fedeli che accorrono al suo appello. Sono più di 7 milioni i musulmani in Francia. Se quella con l’Isis…

C’è posta per Hollande: il coltello (fantasma) colpisce ancora

Un messaggio di puro sangue ai governanti francesi. Dove, però, il sangue non c’è. Herve Gourdel, turista francese, è stato ucciso in Algeria (così dichiarano i terroristi) da Jund al-Khilafa, un alleato dello Stato Islamico di Iraq e Siria. Questo è ciò che si vede su Youtube. La macabra web serie sulle decapitazioni non accenna […]

Le studentesse nigeriane dimenticate dal mondo

Duecentocinquanta giorni. Domenica scorsa, tanti ne abbiamo contati da quando oltre 270 studentesse di una scuola di Chibok, in Nigeria, furono rapite dal gruppo armato islamista Boko haram. Nei primi giorni dopo il 14 aprile, 57 di loro riuscirono a scappare. Delle altre, non sappiamo più nulla. È una situazione paradossale, se si considera l’aiuto […]

Valls, Renzi e il patto del tortellino

E’ un Valls quasi renziano quello che parla per ottenere la fiducia davanti al parlamento francese. Il “patto del tortellino”, cosi’ come e’ stato battezzato l’incontro fra i leader socialisti europei a Bologna sembra riverberarsi sull’asse Roma Parigi. “La Francia farà quel che deve fare, ma deciderà da sola come” ha scandito Valls. Quasi le […]

Dopo l’11 settembre, solo altre guerre contro l’Islam?

Con il crollo delle Torri gemelle si è infranto anche il mito della coesistenza pacifica, della reciprocità tra “mondo occidentale”, laico, liberale, progressista, cristiano, e il “mondo mediorientale”, inteso come l’insieme dei paesi dove la religione islamica è preponderante e determina anche la legislazione vigente. Mentre l’Occidente si avviluppa da allora in continue e disastrose […]

“Le crisi umanitarie dimenticate dai media”. Il 10° rapporto di Medici Senza Frontiere

Negli ultimi dieci anni, ossia da quando MSF e l’Osservatorio di Pavia indagano sulla copertura mediatica delle crisi umanitarie, lo spazio dedicato dai notiziari di prima serata ai contesti di crisi è crollato dal 16,5% nel 2004 al 2,7% nel primo semestre del 2014. Questo è l’amaro bilancio di Medici Senza Frontiere in occasione della presentazione […]

Sotloff, Foley e migliaia di altri: le vittime dei crimini di guerra dello Stato islamico

La decapitazione del giornalista statunitense Steven Sotloff da parte dello Stato islamico è l’ultimo di una serie di crimini di guerra commessi dal gruppo armato in Siria e Iraq. Quest’anno centinaia, se non migliaia, di persone sono state uccise in modo sommario in Siria e Iraq: appartenenti a minoranze etniche e religiose, soldati, poliziotti e […]

Di sicuro c’è solo che è morto. Anzi, no, non ancora

Temevamo per Steven Sotloff. È accaduto. O così sta dicendo al mondo la stampa americana, che ha annunciato la decapitazione del reporter, ostaggio dell’Isis. Nel video dell’esecuzione di James Foley, l’aguzzino minacciava Obama di far fare la stessa fine proprio a Sotloff, inquadrato negli ultimi frame. La notizia non è confermata, ma sta già soppiantando […]

Un altro “messaggio nel sangue”. Che non c’è

Ci risiamo. Decapitazione di un prigioniero curdo. Stessa scena, stessa camicia arancione da detenuto di Guantanamo, stessa dissolvenza a nero, a 4 minuti e 22 secondi del video incriminato. Poi, la testa adagiata sulla schiena. Non si vede altro. Questa volta i jihadisti dell’Isis, incappucciati in nero, sono tre, all’angolo di una strada deserta della […]