Le studentesse nigeriane dimenticate dal mondo

Duecentocinquanta giorni. Domenica scorsa, tanti ne abbiamo contati da quando oltre 270 studentesse di una scuola di Chibok, in Nigeria, furono rapite dal gruppo armato islamista Boko haram. Nei primi giorni dopo il 14 aprile, 57 di loro riuscirono a scappare. Delle altre, non sappiamo più nulla. È una situazione paradossale, se si considera l’aiuto […]

Valls, Renzi e il patto del tortellino

E’ un Valls quasi renziano quello che parla per ottenere la fiducia davanti al parlamento francese. Il “patto del tortellino”, cosi’ come e’ stato battezzato l’incontro fra i leader socialisti europei a Bologna sembra riverberarsi sull’asse Roma Parigi. “La Francia farà quel che deve fare, ma deciderà da sola come” ha scandito Valls. Quasi le […]

Dopo l’11 settembre, solo altre guerre contro l’Islam?

Con il crollo delle Torri gemelle si è infranto anche il mito della coesistenza pacifica, della reciprocità tra “mondo occidentale”, laico, liberale, progressista, cristiano, e il “mondo mediorientale”, inteso come l’insieme dei paesi dove la religione islamica è preponderante e determina anche la legislazione vigente. Mentre l’Occidente si avviluppa da allora in continue e disastrose […]

“Le crisi umanitarie dimenticate dai media”. Il 10° rapporto di Medici Senza Frontiere

Negli ultimi dieci anni, ossia da quando MSF e l’Osservatorio di Pavia indagano sulla copertura mediatica delle crisi umanitarie, lo spazio dedicato dai notiziari di prima serata ai contesti di crisi è crollato dal 16,5% nel 2004 al 2,7% nel primo semestre del 2014. Questo è l’amaro bilancio di Medici Senza Frontiere in occasione della presentazione […]

Sotloff, Foley e migliaia di altri: le vittime dei crimini di guerra dello Stato islamico

La decapitazione del giornalista statunitense Steven Sotloff da parte dello Stato islamico è l’ultimo di una serie di crimini di guerra commessi dal gruppo armato in Siria e Iraq. Quest’anno centinaia, se non migliaia, di persone sono state uccise in modo sommario in Siria e Iraq: appartenenti a minoranze etniche e religiose, soldati, poliziotti e […]

Di sicuro c’è solo che è morto. Anzi, no, non ancora

Temevamo per Steven Sotloff. È accaduto. O così sta dicendo al mondo la stampa americana, che ha annunciato la decapitazione del reporter, ostaggio dell’Isis. Nel video dell’esecuzione di James Foley, l’aguzzino minacciava Obama di far fare la stessa fine proprio a Sotloff, inquadrato negli ultimi frame. La notizia non è confermata, ma sta già soppiantando […]

Un altro “messaggio nel sangue”. Che non c’è

Ci risiamo. Decapitazione di un prigioniero curdo. Stessa scena, stessa camicia arancione da detenuto di Guantanamo, stessa dissolvenza a nero, a 4 minuti e 22 secondi del video incriminato. Poi, la testa adagiata sulla schiena. Non si vede altro. Questa volta i jihadisti dell’Isis, incappucciati in nero, sono tre, all’angolo di una strada deserta della […]

Azerbaigian, aggredito Ilgar Nasibov giornalista che si occupa di diritti umani

Article 19, Reporter sans frontiéres e altre organizzazioni per la libertà di stampa hanno sollecitato le autorità dell’Azerbaigian a indagare sulla brutale aggressione subita una settimana fa dal giornalista Ilgar Nasibov, ad assicurare i responsabili alla giustizia e a porre fine al clima d’intimidazione che impedisce ai difensori dei diritti umani…

La vera svolta francese

“L’ultimo quadrato dei fedeli di Hollande” titola Le Figaro puntando l’attenzione sulla fedeltà premiata dei nuovi ministri che hanno sostituito i frondisti antiasterità guidati dal sulfureo oramai ex ministro dell’economia Montebourg.”La guardia giovane”titola Liberation sottolineando la giovane eta’ dei nuovi ministri: Emanuel Macron (37) Najat Vallaut Belkacem (36) e Fleure Pellerin (41). Ma a mio parere il titolo piu’ azzeccato e’ quello del Parisien:”La vera svolta”.Il sottotitolo non lascia dubbi:”con il liberale Emanuel Macron…

La rabbia di Giusy Baldoni

“L’esame autoptico sui resti di Enzo non lascia dubbi: è stato colpito alla testa con un proiettile sparato dall’alto in basso, una vera e propria esecuzione”: la voce di Giusy, la moglie di Baldoni, giunge disturbata da Licata. Sta nel paesino siciliano dove andavano sempre in vacanza. Dieci anni dopo, oltre al dolore, c’è la […]

Decapitazione Foley, qualche dubbio sull’autenticità del video

“Gli Stati Uniti hanno storicamente colpe gravi rispetto all’ascesa del terrorismo islamista, fin dai tempi dell’occupazione sovietica dell’Afghanistan e dell’aiuto ai mujahiddin che li combattevano (lì cominciò ad imporsi un certo Bin Laden). Così come catastrofica nei suoi effetti fu l’invasione dell’Iraq contro Saddam di Bush e Blair vent’anni dopo, oltre ad essere una guerra ingiusta. Ma per favore, basta con le bufale controfattuali sull’America che si fece da sola gli attacchi dell’11 settembre e -ultima sfornata – sul capo dell’Isis agente della Cia o del Mossad…

Mediterraneo, un’ecatombe senza fine

Papa Bergoglio non ha esagerato quando ha parlato, nei giorni scorsi, di una sorta di guerra che si sta combattendo nel Mediterraneo in cui ogni giorno arrivano in Italia migliaia di migranti e molte centinaia muoiono sui barconi per le cause più differenti legate alle condizioni dei viaggi. Più i barconi dei migranti vanno a […]

Enzo Baldoni, dieci anni dopo

Quando arriva agosto, fatalmente si srotola la pellicola di un film che merita ancora di essere raccontato. E’ un fatto pubblico, perché la memoria di Enzo Baldoni appartiene a tutti quelli che lo hanno amato e che tuttora lo amano (la sua immortale “Zonker zone” fatta di balene e di sogni), ma se permettete è […]

Per Vanessa, Greta e padre Dal’Oglio corsa contro il tempo. Serve chiave di svolta in Siria per soluzione sequestri 

Sono passate più di tre settimane da quando Vanessa e Greta, in Siria per portare aiuti umanitari, sono state rapite da un gruppo armato di cui non è ancora chiara l’identità. Al momento la Farnesina ritiene si tratti di ribelli del fronte anti – Assad ma non si esclude che possano essere cedute a un […]

Il medio-oriente è vessato dalla violenza, noi siamo afflitti da un odio crescente alimentato dall’ignoranza

Vanessa, Greta e Paolo scomparsi in Siria. Di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli non sappiamo niente dalla fine di Luglio, di Don Paolo Dall’Oglio non si hanno notizie da oltre un anno. Di supposizioni riguardo il loro destino ne sono state fatte tante, ma  fra le molte parole spese  poche volte ci si è soffermati […]

Somalia, “sradichiamo la detenzione illegale delle armi”. Intervista al PM somalo Abdiweli

Si è appena conclusa la visita del Primo Ministro somalo Abdiweli Sheikh Ahmed al campo profughi di Dadaab, il più grande del mondo che accoglie oggi circa 450 mila rifugiati somali su circa 50 chilometri quadrati di terra keniota e che costituisce lo specchio delle tragedie…

Somalia, il regime chiude ancora Radio Shabelle a Mogadiscio

A Mogadiscio c’è stato di nuovo il blocco delle trasmissioni di Radio Shabelle e Sky FM: le due emittenti di Media Shabelle Network che già erano state chiuse lo scorso autunno con la distruzione di tutte le loro apparecchiature da parte delle forze dell’ordine. Ieri alle undici la Polizia Politica guidata Abdicasis Africa, l’indimenticato e […]

A Gaza la caccia ai traditori

È iniziata nella Striscia di Gaza la caccia ai traditori, colpevoli – secondo le sentenze, una delle quali affissa a un muro della moschea al-Omari, la più importante di Gaza City – di aver fornito al nemico informazioni su tunnel, case e altri luoghi in cui erano conservate scorte di razzi, obiettivi poi colpiti dalle bombe israeliane. L’episodio determinante è stato […]

Isis, un grande affare quello dei sequestri

Siamo storditi, l’Occidente è stordito. Le immagini choccanti della morte di James Foley hanno “scoperto” la sagoma di un nemico che mette paura. E già il boia annuncia la prossima vittima, non era mai successo: è stata mostrata, nel deserto, inginocchiata, con la stessa tuta arancione che echeggia Guantanamo, forse con lo stesso carnefice, quel […]

In onore di James Foley

La barbara esecuzione di James Foley ci obbliga a dire qualcosa di chiaro.  Per prima cosa che bisogna ricordarlo commossi, l’ostaggio barbaramente trucidato. Un’offesa a ciascuno di noi, e a qualsiasi Dio sia il nostro Dio, se ve n’è uno.  La seconda cosa è che non chiamare quella brigata di feroci assassini “Stato Islamico” è […]

Missouri, polizia spara ancora: ucciso 23enne nero

Un altro ragazzo nero ucciso dalla polizia in Missouri dopo la morte a Ferguson del 18enne afroamericano Michael Brown, freddato da un agente il 9 agosto scorso. Dalle prime informazioni sembrerebbe che l’uomo avrebbe tentato di rapinare un negozio con un…

Un futuro senza paura e senza armi per Israele e Palestina

C’è qualcosa da “ola da stadio”, di drammaticamente stonato, negli articoli di alcuni editorialisti italiani, tesi a giustificare sempre e comunque la guerra che Israele ha scatenato contro il territorio di Gaza nelle scorse settimane. Da pacifista benpensante – per usare un termine adottato da molti editorialisti nelle ultime settimane – trovo già poco costruttivo […]

Siria, decapitato il reporter Usa James Foley

In ginocchio con una tuta arancione, come quella indossata dai prigionieri di Guantanamo con alle spalle un uomo vestito di nero. Poco dopo il suo corpo con la testa insanguinata poggiata in grembo. E’ il video macabro diffuso oggi dai jihadisti sunniti dello Stato Islamico della decapitazione del giornalista James Foley, 40enne freelance di Boston […]

Ucciso il reporter Usa James Foley.
A dieci anni dalla morte di Enzo Baldoni
purtroppo non è cambiato niente

Oltre l’orrore, c’è un aspetto molto preoccupante nel delirante “messaggio all’America” che i terroristi dell’Isis hanno allegato al video della decapitazione di un innocente reporter. “Noi siamo uno Stato quindi ogni attacco contro di noi è un attacco ai musulmani in tutto il mondo”. Non certo soltanto un delirante slogan, visto che il famigerato “Stato […]

L’Isis non vuole solo espellere i cristiani ma sopprimere gli “Infedeli”

Ci rendiamo conto che questa non è stagione per gli approfondimenti, le inchieste, la lettura dei libri, la riflessione capace di superare la soglia dei sessanta secondi consecutivi, tuttavia ci sono temi sui quali sarebbe il caso di esercitare la virtù della prudenza, laica o santa che sia. Trattare con i…