Cronisti minacciati in Toscana, vertice a Firenze con i presidenti di Fnsi, Ast e Odg

0 0

Decisa la costituzione di parte civile unitaria al processo per le molestie a Greta Beccaglia. Sindacato e Ordine dei giornalisti hanno ribadito la volontà di procedere insieme al fianco dei colleghi che finiscono nel mirino di chi vuole colpire il diritto dei cittadini a essere informati.

La preoccupante situazione dei giornalisti in Toscana, regione che nel 2021 figurava al terzo posto nella graduatoria dell’Osservatorio del ministero dell’Interno per aggressioni, minacce e insulti a chi fa informazione, è stata al centro dell’incontro che si è svolto oggi, 19 settembre 2022, a Firenze, fra il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, il presidente dell’Associazione Stampa Toscana, Sandro Bennucci e il presidente del consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Toscana, Giampaolo Marchini.

La Fnsi, rappresentata oltre che dal presidente, anche dalla componente della giunta esecutiva Paola Fichera, ha particolarmente apprezzato la scelta compiuta in Toscana di denunciare immediatamente alle autorità competenti qualsiasi forma di molestie o di minaccia che hanno non solo l’obiettivo di colpire la libertà di informazione, ma anche il diritto dei cittadini a essere informati.

A questo proposito è stata ribadita la volontà di procedere, sempre e comunque unitariamente, per le molestie subìte dalla collega Greta Beccaglia, come già avvenuto per Francesco Selvi contro Beppe Grillo.

@fnsisocial


Iscriviti alla Newsletter di Articolo21