Sei qui:  / Articoli / 25 Aprile a Latina. In un luogo-simbolo, il Parco Falcone-Borsellino

25 Aprile a Latina. In un luogo-simbolo, il Parco Falcone-Borsellino

 

Anche Latina celebra la Liberazione con una cerimonia nel parco Parco Falcone-Borsellino organizzata dall’Anpi con il patrocinio del Comune e della Provincia. La festa inizierà alle 10 con il discorso del Presidente della sezione di Latina dell’Anpi, Marco Polese; a seguire gli interventi di Carmen Martinelli, di Patrizia Amodio del Centro donna Lilith, di Marta Vettoretti, della Rete degli Studenti Medi, del sindaco di Latina Damiano Coletta e del delegato della Provincia Ernesto Coletta. Le conclusioni sono affidate a Vincenzo Vita, delegato nazionale dell’Anpi e Presidente del Comitato dei garanti dell’Associazione Articolo 21, che parteciperà alla cerimonia anche con Graziella Di Mambro del direttivo dell’associazione. Nel corso della mattinata saranno letti alcuni brani sul tema della Resistenza a cura dell’associazione Mobilitazioni Artistiche di Cisterna e sarà poi depositata una corona al monumento ai caduti.Un appuntamento dedicato al 25 Aprile a Latina non era scontato, fino a non molti anni fa veniva ricordato solo attraverso manifesti, poiché la città è stata a lungo amministrata dal centrodestra con importanti esponenti della destra proveniente da formazioni fasciste e la stessa amministrazione provinciale per quasi venti anni ha evitato questa commemorazione. Anche il luogo è a sua volta simbolico perché il Parco Falcone-Borsellino fino al 2017 era intitolato ad Arnaldo Mussolini, fratello di Benito. Una decisione dell’amministrazione eletta nel 2016 che ha scatenato polemiche, attacchi politici e persino proteste il giorno del taglio del nastro, cui partecipò l’allora Presidente della Camera, Laura Boldrini, vittima di terribili attacchi su internet per quella scelta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE