Sei qui:  / Cinema / Culture / Cannes 2018. Il festival e i suoi rituali

Cannes 2018. Il festival e i suoi rituali

 

Cittadina del glamour nella bellissima Costa Azzurra, Cannes apre la stagione dei Grandi Festival europei, precedendo la mostra di Venezia. Nel 2018 la manifestazione si svolge dall’otto al diciannove Maggio ed è arrivata alla 71ma edizione. Pierre Lescure e Thierri Frémaux, rispettivamente Presidente e Direttore della kermesse, hanno scelto l’attrice australiana Cate Blanchett a presiedere la settantunesima giuria. La Blanchett prende il posto di Pedro Almòdovar che lo scorso anno aveva premiato con la Palma d’oro il film svedese The Square .

Cannes, come altri festival, ha i suoi precisi rituali: ci sarà il film d’apertura e di chiusura. Importante momento mondano saranno i red carpet, i photocall, i party, che fanno parte del programma come i film. Nel 2017, tra l’altro, in maniera molto chiacchierata, Cannes ha aperto anche a Netflix e alle serie Tv: il dibattito se sia questo il cinema del futuro è in corso.  Non si sa ancora quale poster diventerà emblema della Croisette, il viale dei grandi alberghi sul quale si possono incrociare i divi o andare ad ammirarli sulla Montée de Marches, la scalinata dal tappeto rosso.   L’anno scorso toccò alla Cardinale esserne protagonista: il poster è importante perché diventa una sorta di blasone per il paese cui s’ispira. Il festival ha poi la sua madrina, salvo che non ci siano sorprese perché la mostra di Venezia per la prima volta nel 2017 ha scelto un padrino in Alessandro Borghi: sorta di pari opportunità alla rovescia.

Il piatto forte sono ovviamente i film dei tanti registi in concorso, i migliori a livello internazionale. Va detto che, almeno a oggi, l’unico italiano che abbia realmente potuto far breccia nel cuore dei francesi è stato Nanni Moretti. Chissà, questione di sensibilità affini. In ogni caso un festival è sempre una passerella dei problemi mondiali, le storie alle quali i suoi film s’ispirano ricostruiscono come in un mosaico il volto della madre terra. Cannes nel 2018 parlerà agli spettatori, fosse pure attraverso film fantastici, della condizione umana: vedremo una sintesi del respiro globale, tasteremo il polso al pianeta malato.

Il concorso del festival di Cannes si suddivide in cinque sezioni nelle quali sono presentati i film:

  • Selezione Ufficiale – Vi sono film che partecipano al concorso più importante del Festival. Il vincitore della Palma d’oro è un film di questa sezione.
  • Un certain regard è un’estensione della selezione ufficiale, contiene film importanti collocati in quest’ambito della kermesse.
  • Cannes Classic– contiene una serie di film che hanno fatto la storia del cinema, accuratamente restaurati.
  • Settimana Internazionale della critica– I film sperimentali trovano generalmente posto in questa sezione.
  • Quinzaine des Réalisateurs– Sezione inaugurata nel 1969 dedicata alle opere di avanguardia.
  • Short film corner– Sezione dove sono presentati i cortometraggi.

La Palma d’oro e gli altri premi del festival di Cannes

  • Palma d’oro– Miglior film
  • Il Grand Prix Speciale della Giuria– Per il film più originale e sperimentale
  • Prix d’interprétation féminine– Premio per la migliore attrice
  • Prix d’interprétation masculine – Premio al miglior attore
  • Prix de la mise en scène– Premio per il miglior regista.
  • Prix du scénario– Premio per la migliore sceneggiatura
  • Premio della giuria– Premio assegnato dalla giuria di Cannes.
  • Palma d’oro del cortometraggio – Premio per il cortometraggio migliore
  • Premio della giuria del cortometraggio –Premio per il cortometraggio che ha conquistato la giuria.
  • Camera d’or– Premio per la migliore opera prima.
  • Prix Un certain regard –Per il miglior lavoro nella sezione Un certain regard
  • Palme d’honneur – Palma d’oro alla carriera.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE