Sei qui:  / News / Information Safety and Freedom: “Erdogan liberi Del Grande. Il suo arresto un atto abominevole e inaccettabile”

Information Safety and Freedom: “Erdogan liberi Del Grande. Il suo arresto un atto abominevole e inaccettabile”

 

“Il governo turco liberi subito il documentarista Gabriele Del Grande, detenuto illegalmente da una settimana e privato di qualsiasi garanzia di difesa, tanto da dover ricorrere allo sciopero per la fame per richiedere una tutela internazionale “, questo il testo dell’appello internazionale lanciato dall’associazione per la libertà di stampa ISF –Information Safety and Freedom. “Gabriele è stato arrestato in relazione al proprio lavoro – prosegue la nota di ISF – , mentre raccoglieva interviste di profughi siriani per un suo libro su questo tragico esodo che ha coinvolto milioni di persone. Il che rende l’atto delle autorità turche contrario a tutte le norme internazionali a tutela dei diritti umani e in particolare della libertà di stampa”.

“Ma, se tiene conto del centinaio di giornalisti arrestati, delle 178 agenzie di stampa chiuse, delle restrizioni poste alla libertà di stampa nel corso dell’ultimo anno, – si legge ancora nella nota di ISF – l’arresto di Gabriele del Grande rappresenta solo l’ultimo atto di una deriva autoritaria che rischia di portare il regime di Ankara al di fuori di quella comunità internazionale che si riconosce nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo a cui sembrava fino a qualche tempo fa di voler far parte a pieno titolo”.

“L’arresto di Gabriele del Grande è un atto abominevole e inaccettabile – conclude ISF – una dichiarazione di guerra al mondo dell’informazione, una grave violazione del diritto internazionale, un atto di ostilità verso un Paese come l’Italia che, crediamo, vorrà reagire con la necessaria determinazione per la tutela di un proprio cittadino”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE