Sei qui:  / Blog / Reggio Emilia. Cronista offesa su Fb, pm ordina una perquisizione

Reggio Emilia. Cronista offesa su Fb, pm ordina una perquisizione

 

Sequestrato il cellulare a un italiano convertito all’Islam del quale la giornalista Benedetta Salsi aveva scritto che era sottoposto a restrizione della libertà personale  

Il 1 marzo 2016, il sostituto procuratore di Reggio Emilia ha disposto una perquisizione nell’abitazione di Luca Aleotti, il 33enne reggino convertito all’Islam e sottoposto a misure restrittive della libertà personale perché ritenuto soggetto “pericoloso” per alcune affermazioni fatte su Facebook in cui inneggiava alla Shariah, la legge islamica. Gli uomini della Digos hanno sequestrato ad Aleotti uno smartphone su cui ora si stanno svolgendo accertamenti per capire se sia lui ad aver spedito su Facebook i messaggi diffamatori e minacciosi nei confronti della giornalista del Resto del Carlino, Benedetta Salsi. Lo riferisce l’Ansa.

La cronista era stata la destinataria di un post pubblicato il 25 febbraio 2016 sulla pagina Facebook Musulmani d’Italia, nel quale veniva indicata come “islamofoba” e si facevano volgari insinuazioni sulla sua vita privata e professionale. (vedi Ossigeno)

Il post era apparso sulla pagina della comunità islamica poco dopo la pubblicazione di un articolo su Il Resto del Carlino, nel quale la giornalista parlava delle misure preventive di restrizione della libertà personale adottate dal Tribunale di Reggio nei confronti di Aleotti.

RDM

Da ossigenoinformazione

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE