Sei qui:  / News / “90 minuti per la speranza” raccoglie 1,3 milioni di euro a favore dei minori migranti

“90 minuti per la speranza” raccoglie 1,3 milioni di euro a favore dei minori migranti

 

Attraverso l’iniziativa “90 minuti per la speranza”, promossa dall’Associazione dei Club europei, le squadre di calcio hanno raccolto 1.3 milioni di euro in favore dei progetti per i bambini rifugiati in Europa. I fondi verranno destinati alle attività di Save the Children e UNICEF per supportare i minori migranti in tutta Europa.

All’interno dell’iniziativa “90 minuti per la speranza” (90 Minutes for Hope), l’Associazione dei Club Europei (ECA) ha chiesto alle squadre partecipanti alla UEFA Champions League e alla UEFA Europa League 2015/2016 di donare 1 euro per ogni biglietto venduto durante la loro prima partita giocata in casa. Questa campagna, che ha coinvolto i club di tutto il continente, è la prima di questo genere e integra i progetti già intrapresi dai vari club a livello nazionale, regionale e locale. L’iniziativa ha raccolto 1.3 milioni di euro e il denaro sarà devoluto a favore dei progetti di risposta alla crisi dei rifugiati da parte di Save the Children e UNICEF.

I bambini e le famiglie costretti a dormire all’aperto anche in inverno.

Oggi il mondo si trova ad affrontare una crisi senza precedenti che riguarda i profughi. Più di 870mila rifugiati sono arrivati in Europa solo nel 2015. Il 20% di coloro che arrivano sono bambini, che sono profondamente provati dal lungo e pericoloso viaggio intrapreso e che spesso sono minori non accompagnati.
Molti paesi europei dove arrivano ogni giorno migliaia di profughi, hanno urgente bisogno di aiuto per fornire un riparo adeguato, cura e protezione. Le strutture per l’accoglienza sono sovraffollate e le famiglie sono costrette a dormire all’aperto o in tende inadeguate e in edifici abbandonati. Le condizioni sanitarie sono precarie ed il rischio di infezioni è molto elevato per le donne in gravidanza e per i bambini più piccoli. Con l’arrivo dell’inverno, le condizioni delle famiglie dei rifugiati peggiora di giorno in giorno.

Commentando la crisi dei rifugiati, il Presidente dell’ECA Karl-Heinz Rummenigge, ha dichiarato: “Come attori importanti all’interno della società non possiamo chiudere gli occhi di fronte alle scene drammatiche che riguardano la vita di tanti bambini. Siamo orgogliosi di vedere che molti club europei si sono uniti alla nostra campagna 90 minuti per la speranza  e siamo molto lieti di donare il denaro raccolto a Save the Children e UNICEF, due organizzazioni che stanno sostenendo con il loro instancabile lavoro i bambini rifugiati e le loro famiglie che in questi giorni hanno raggiunto l’Europa”.

Save the Children e UNICEF apprezzano fortemente il  sostegno dei club europei, che consentirà alle due organizzazioni di raggiungere ancor più bambini che hanno bisogno di assistenza e supporto. Save the Children e UNICEF destineranno i fondi ai loro programmi in tutta Europa, sia nei paesi dove i bambini sono in transito, sia in quelli di destinazione finale. L’intervento delle organizzazioni includerà, tra le altre cose:

  • Distribuzione di beni necessari all’inverno, come coperte e vestititi invernali, con l’estensione dei programmi di protezione ai bambini e alle loro famiglie lungo il loro percorso;
  • Creazione di Spazi a Misura di Bambino e istituzione di attività ricreative ed educative per i bambini, che li aiutino a ritrovare un po’ di serenità;
  • Costruzione di rifugi sicuri dedicati ai i minori non accompagnati, alle mamme e ai bambini;
  • Fornitura di kit igienici e kit per bambini, alimenti e altri beni necessari alle persone nel corso del viaggio;
  • Fornitura di acqua e servizi igienici nei centri di ricezione o nelle aree di attesa e servizi di orientamento alla salute in condizioni di emergenza;
  • Servizi di supporto psicologico e di assistenza medica e legale;
  • Assistenza tecnica per facilitare la registrazione delle famiglie e ogni sforzo possibile per la riunificazione familiare nel superiore interesse dei minori;
  • Assistenza tecnica per il rafforzamento delle capacità dello staff e degli operatori in prima linea, in particolare gli operatori sanitari e quelli sociali.

* * *

ECA

Creata nel 2008, la European Club Association è l’unico organismo indipendente che rappresenta direttamente le società calcistiche a livello europeo. L’ECA esiste per rappresentare direttamente  le società e tutelare e promuovere i loro interessi sui temi legati alle questioni europee di interesse dei club. Attualmente ECA conta 220 club  membri che fanno parte di 53 Associazioni membri dell’UEFA.

 “90 MINUTI PER LA SPERANZA” (90 MINUTES FOR HOPE)

A partire da un’idea lanciata inizialmente dal Porto Football Club, membro dell’ECA, l’Associazione Europea dei Club, nel corso della sua 15esima Assemblea Generale che si è svolta lo scorso 8 settembre, ha invitato tutti i club partecipanti alle fasi a gironi della UEFA Champions League e della UEFA Europa League 2015/2016, a donare 1 euro per ogni biglietto venduto nel corso della prima partita giocata in casa della competizione europea. Le partite in questione sono quelle che  hanno avuto luogo il 15-17 settembre e il 29 settembre – 1 ottobre.

 Save the Children

Save the Children è la più grande organizzazione indipendente al mondo che si occupa dei diritti dei bambini, e opera in più di 120 paesi. Dal 1929 Save the Children fornisce cure mediche, cibo, educazione e protezione per i bambini, senza distinzioni di provenienza, genere o credo religioso. Save the Children è politicamente, ideologicamente, economicamente indipendente, così come lo è da qualunque credo religioso, ed è così in grado di adoperarsi al meglio per migliorare le condizioni di vita dei bambini e operare in maniera efficiente ed efficace anche in zone di guerra e di conflitto.

www.savethechildren.it

 UNICEF

UNICEF, Il Fondo della Nazioni Unite per l’Infanzia, promuove i diritti e il benessere di ogni bambino, in qualunque campo. Insieme ai suoi partner, lavora in 190 paesi e territori per trasformare questo impegno in azioni concrete, con una particolare attenzione per i bambini più vulnerabili e più esclusi, perché tutti i bambini ne possano beneficiare, in ogni luogo del mondo.  www.unicef.org

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE