Sei qui:  / Opinioni / Infortuni: 14 lavoratori morti in cinque giorni

Infortuni: 14 lavoratori morti in cinque giorni

 

Con le tre morti registrate oggi arriviamo allo spaventoso numero di quattordici lavoratori morti in cinque giorni (sperando che per oggi sia finita.)
Un altro agricoltore è morto schiacciato dal trattore in Sicilia. Un autotrasportare di ventidue anni è morto in Val Venosta, un lavoratore dei Servizi, raccolta differenziata è morto in provincia di Rimini. Gli agricoltori morti schiacciati dal trattore quest’anno sono già sono diventati dodici, più due con altri mezzi agricoli. E nulla fanno per occuparsi di queste tragedie i ministri competenti. Rivolgiamo loro un appello: Primo Ministro Renzi (faccia almeno un twitter o un selfie dicendo che si occuperà di queste tragedie. Ministro Poletti (si ricordi che è il Ministro del Lavoro e che viene dal mondo delle cooperative). Ministro Martina, le consigliamo meno tavole rotonde sull’EXPO e di immaginare in fila i 152 agricoltori morti schiacciati dal trattore nel 2014 e dei dodici già di quest’anno, e questo nonostante sia stato avvertito dell’imminente strage pochi giorni fa, come del resto l’anno scorso il 28 febbraio, come i suoi colleghi menzionati.

Abbiate un po’ di pietà per queste vittime, occupandovene. Non occupatevi solo di togliere i diritti dei lavoratori con il Jobs act, ma anche della vita e sicurezza di chi lavora, che forse vi sfuggirà sono correlate al precariato che avete istituzionalizzato. Noi il giorno dell’inaugurazione dell’EXPO, che ironia della sorte verrà inaugurato il 1° maggio, porteremo il lutto al braccio. Vi ricordiamo che anche quest’anno come l’anno scorso vi abbiamo mandato una mail avvertendovi dell’imminente strage di agricoltori schiacciati dal trattore che puntualmente sta ricominciando.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE