Interni

Il sindaco di Trapani come Kim Il-sung. Interrogazione al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo

girolamofazio

Una rappresentazione in stile coreano per celebrare il sindaco uscente (e ricandidato) di Trapani Girolamo Fazio. I bambini delle scuole elementari e medie inconsapevolmente prestati a uno spot elettorale in piena regola. Attendiamo una risposta urgente dal ministero dei Beni culturali

Interrogazione al Ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo
di Giuseppe Giulietti

PREMESSO CHE

– nella cittá di Trapani si svolgeranno le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale,
– il sindaco uscente Girolamo Fazio ha ripresentato la sua candidatura,
– alla vigilia di queste elezioni è stata organizzata una recita scolastica per gli alunni delle elementari e delle medie.
– nel corso della recita sarebbe stata organizzata una “celebrazione” del sindaco uscente con tanto di letture sul palco,
– il tutto si sarebbe svolto alla presenza dei dirigenti scolastici,
– “la rappresentazione in stile coreano” è stata ripresa e più volte ritrasmessa dalla emittente TeleSud,

SI CHIEDE DI SAPERE

Quali misure abbiamo giá assunto o intendamo assumere codesto ministero in ordine sia al regolare svolgimento delle elezioni, sia soprattutto a tutela della autonomia scolastica e del diritto delle alunne e degli alunni a non essere strumentalizzati in modo alcuno.

30 aprile 2012
 
 

8 commenti

  • Fax scrive:

    Volevo precisare che l’ex sindaco non è ricandidato personalmente come sindaco (mandato scaduto), ma c’è una lista legata al suo nome.

  • TRUST scrive:

    Attenzione a non fare confusione! il sindaco uscente Fazio non è ricandidato come sindaco, ma come consigliere comunale. Informatevi prima di scrivere articoli errati.

  • Franco scrive:

    Per Trapani, roccaforte di destra, sarebbe stato più calzante citare il periodo Mussoliniano!!

  • Franco scrive:

    non sopporto le approssimazioni! il sindaco uscente non si ricandida. sponsorizza un aspirante sindaco, generale, assieme al senatore d’Alì del Pdl……

    • nicola augugliaro scrive:

      Noto che qualche trapanese si sente un pò toccato dal fatto che l’intera Italia stia ridendo di noi…per completezza di informazione dirò che: il sindaco Fazio è in corsa come consigliere comunale, già indicato nella squadra assessoriale e probabile vicesindaco del candidato alla carica di primo cittadino, indicato dallo stesso Fazio, Vito Damiano – generale dei CC ed appartenente ai servizi segreti – ora in pensione. Ci sarà un motivo se siamo all’ultimo posto in Italia per qualità della vita…

  • DIEGO scrive:

    lodevole l’interessamento per la dimenticata città di trapani, ma almeno due telefonate per informarsi sui candidati a sindaco si posso fare…FAZIO NON SI RICANDIDA

  • lanfranco scrive:

    Il 25 Aprile, il giorno prima, è per tutta l’Italia il giorno della
    Liberazione. Da che cosa? Dalla guerra, certo, ma anche dal
    nazifascismo che l’aveva causata e da un potere totalitario, da una
    cultura della sopraffazione che riducevano e riducono l’uomo a
    strumento, annullandone l’autonomia di giudizio e la dignità.
    E’ da quel 25 aprile e dagli eventi che l’hanno preparato che è
    nata
    la nostra Costituzione, la base della nostra convivenza civile.
    Protagonisti di quel 25 aprile furono prevalentemente dei giovani, dei
    ragazzi che misero a repentaglio tutto quello che avevano, compresa la
    vita.
    Anche del recente 26 aprile trapanese sono protagonisti dei ragazzini
    minorenni, che stanno ancora imparando la vita e avrebbero bisogno di
    buoni maestri. Sono loro i protagonisti, ma solo in apparenza. Aprite
    il video.
    Eccoli lì a celebrare sopra un palco, dopo settimane e mesi di prove,
    sotto la direzione di qualche smarrito insegnante e di qualche
    dirigente scolastico completamente privo di senso del ridicolo, eccoli
    lì a celebrare il sindaco e le sue opere con parole, tra l’altro,
    tratte dalla Bibbia e distorte nel più miserevole dei plagi.
    Neanche si trattasse di Mussolini, o Hitler, o Kim il Sung e non un
    qualsiasi Cetto Laqualunque.
    E sotto il palco c’è lui, con i suoi famigli, qualche dirigente
    scolastico dalla faccia desolante e dei genitori ignari, o inetti, o
    reggicoda del potere locale.
    Una voce isolata grida ‘vergogna’ in mezzo a quel gregge di
    servi plaudenti senza onore.
    C’è ancora il sentimento della vergogna in questo Paese di
    malversatori che non si fermano nemmeno davanti ai bambini?
    C’è qualche opinionista di carattere in grado di argomentare sulle
    cause di questa vergogna e sui rimedi possibili?
    C’è qualche cittadino, più o meno organizzato, che abbia voglia di
    reagire e di fare piazza pulita?
    C’è qualche magistrato che si prenda la briga, tra le molte
    incombenze
    che ha, di occuparsi anche di fatti poco eclatanti, ma significativi
    di un andazzo che fa scivolare la vita civile a livelli sempre più
    infimi? C’è anche un qualche reato, oltre il disgusto? Non so, può
    essere.
    E’ lecito assumere, soprattutto se si ha una funzione pubblica,
    comportamenti così lesivi della dignità personale dei fanciulli?
    E’ lecito spendere in quel modo il denaro pubblico, cioè di tutti i
    contribuenti? A Trapani è campagna elettorale. In quale capitolo
    finiranno quelle spese?
    Il grande Socrate, nella polis ateniese, venne condannato a morte
    (ingiustamente) perché accusato di corrompere i fanciulli.
    Nel Vangelo di Matteo (18-6) si può leggere: ‘…ma chi
    scandalizzerà
    uno di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che
    gli fosse appesa una macina d’asino al collo e fosse gettato nel
    fondo
    del mare…’
    Siamo oggi in una democrazia che pone al centro della convivenza
    civile la dignità personale e la tutela dei più deboli, a partire dai
    minori. Non si pretendono ovviamente comportamenti cruenti come quelli
    descritti, ma almeno che questi personaggi (sindaco e famigli, presidi
    e altri reggicoda) e questi comportamenti, forse delittuosi, ma comunque senza onore, vengano democraticamente spazzati via, o messi
    in condizione di non nuocere..

  • insegnante di scuola primaria scrive:

    Lanfranco, ma non ti sembra di esagerare? Il vero scandalo non è stato dato da chi si occupa dei bambini con amore e dedizione, ma da chi ha mandato in onda il video di una sola esibizione, sulla quale in effetti c’è da discutere.
    Vedi a cosa porta un’informazione distorta e in mala fede? Ti posso assicurare, perchè io c’ero, che la manifestazione si è svolta in tutt’altro modo. Attenti a non farsi strumentalizzare da certa pseudo-informazione!