Darfur_report_-_Page_1_Image_4

#DontLookAway, è questo l’hashtag legato alla Giornata mondiale per il Darfur animata per riaccendere i riflettori sulla crisi nella regione occidentale sudanese dove sono ripresi gli stupri di massa e gli attacchi delle milizie filo-governative a villaggi e campi profughi.


Caos in Egitto, manifestazioni pro e contro Mohammed Morsi

Amnesty International chiede che Morsi, il quale deve rispondere di un’ulteriore serie di accuse in quattro altri processi, sia sottoposto a un nuovo ed equo giudizio, da celebrarsi in un tribunale civile…

Immagine

L’Azerbaijan occupa il 162° posto su 180 disponibili del World Press Freedom Index. La lista, aggiornata ogni anno da Reporters Sans Frontieres, si basa su una serie di parametri necessari a classificare…

800.si

Dopo la strage di domenica scorsa, le roboanti dichiarazioni di Renzi sul blocco navale e la distruzione dei barconi degli “smugglers” (trafficanti di emigrati), oltre a cozzare con l’impossibilità di essere applicate in acque internazionali senza il consenso del governo libico…

carcere2

Ci sono cose che si fa una certa fatica a capire come possano accadere. Cose che sono accadute, ma che si fa fatica a credere che lo siano nel modo in cui viene detto, raccontato. Come la morte di C.M….

Interviste

Spazio pubblicitario disponibile

Roberto_Saviano_2011-03

Le dichiarazioni di Salvini sugli immigrati, sui rom, sugli stranieri che verrebbero a invadere il nostro paese, al di là del significato orrido, utilizzano un linguaggio che non sarebbe stato consentito a nessuno nei giorni successivi la Liberazione, perché quelle parole, quegli aggettivi e quei toni, avevano generato sofferenza, tortura e sangue

 
marinosinibaldi4

In occasione del settantesimo anniversario della Liberazione affrontiamo il tema del rapporto fra la radio e il fascismo (vecchio e nuovo) con il direttore di Radio3 Marino Sinibaldi che ha predisposto una programmazione speciale per l’importante ricorrenza.

 
rimaflow libera

Della fabbrica occupata RiMaflow ne hanno parlato tra 2013 e 2014 anche i quotidiani nazionali. Cinque puntate di Rai Radio3 sono state dedicate all’ “Utopia reale” di venti operai che hanno deciso di andare avanti da soli dopo il licenziamento. Riparlarne oggi, 25 Aprile, significa…

 
L

Oggi 25 aprile, giorno della liberazione, visitiamo il Museo Storico della Liberazione di Roma in via Tasso 145, per ricordare uomini e donne che in balia di un sogno di libertà hanno saputo sfidare gli orrori dell’occupazione nazifascista…

 
25aprile

Sono ormai molti, e qualcuno direbbe persino troppi saggi e repertori dedicati al problema dei media e dell’opinione pubblica cioè molti anni dopo la sua pubblicazione negli Stati Uniti…

 
70_libertà_2015

Questo 25 aprile a Roma, Milano e Bologna, verranno raccolti foto e video di persone che aderiranno all’iniziativa, alle quali verrà chiesto di rispondere alla domanda: “E tu cosa sogni?”…

 
Schermata 2015-04-25 alle 00.05.11

Molte testate aprono sugli arresti in Sardegna, Lombardia, Marche e Puglia che hanno scoperchiato una sorta di mini cupola terroristica che (sembra) abbia avuto intenzione di organizzare attentati anche in Vaticano, oltre che servire da base ad attentatori in medio oriente

 
n-LOPORTO-large570

Amnesty International Italia ha espresso il suo cordoglio per la morte di Giovanni Lo Porto, il cooperante italiano ucciso – come reso noto ieri dal presidente Usa Obama – nel gennaio 2015 insieme al cittadino americano Warren Weinstein nel corso di un’operazione antiterrorismo al confine tra Afghanistan e Pakistan.

 
UngruppodiArmenideportati

E’ la memoria la principale fonte del genere umano per guardare avanti e costruire il futuro senza ripetere gli orrori del passato. Se si uccide la memoria o la si manipola, come il “Grande fratello” in 1984…

 
padre-Ladiana

Padre Giovanni Ladiana ha 64 anni, è un gesuita e vive a Reggio Calabria dove è fra gli animatori del movimento “Reggio non tace” (fondato nel 2010); non tace perché in terra di ‘ndrangheta il silenzio rischia di diventare assuefazione, complicità

 
Immagine

Sono trascorsi 274 giorni da quando la polizia Iraniana prelevò Jason Rezaian e moglie per condurli in carcere, senza apparente motivo. Sono stati, e continuano ad essere, nove mesi d’inferno durante i quali Jason, corrispondente a Tehran per il Washington Post…