Covid. Centro La Torre: “la Sicilia nel mirino delle mafie”

0 0

La Sicilia del Covid, fragile e appetibile per le mafie. Il ritratto impietoso dell’economia siciliana vede le province di Caltanissetta, Catania, Siracusa e Trapani tra quelle maggiormente permeabili alle infiltrazioni della criminalità organizzata. A metterlo nero su bianco è l’ultimo rapporto Eurispes che ha analizzato, tramite 19 indici basati su 163 variabili, la permeabilità dei territori alla criminalità organizzata. Lo studio realizzato grazie a un protocollo di intesa con la Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo,  sottolinea il  Centro Pio La Torre che ha approfondito la realtà isolana,  ha chiarito una volta per tutte come nessuna provincia italiana possa in realtà considerarsi a rischio zero, ma come, allo stesso tempo, la permeabilità del Sud sia principalmente dovuta alla sua vulnerabilità sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.