Sei qui:  / Cinema / Culture / Festa cinema Roma  2020. “I predatori”: premiato a Venezia,  in anteprima ad “Alice nella città” e il 22 ottobre in sala

Festa cinema Roma  2020. “I predatori”: premiato a Venezia,  in anteprima ad “Alice nella città” e il 22 ottobre in sala

 

“I predatori” di Pietro Castellitto racconta di Pierpaolo, medico, sposato con Ludovica, regista di cinema: genitori di Federico, ragazzo in età universitaria, timido e angariato da un barone della facoltà. Di una famiglia loro amica composta da un primario e sua moglie. E dei nuclei parentali di due fratelli fascisti, che gestiscono un’armeria. Le vicende di questi soggetti di estrazione diversa s’intersecano sì da formare uno spaccato sociale, composto di personaggi borghesi e intellettuali e di proletari di estrema destra con il culto della violenza. Commedia nera e satirica sulle relazioni familiari tossiche e sul conseguente cattivo rapporto col mondo. Debutto ambizioso quello di Pietro Castellitto, che riecheggia i film corali e sociologici alla Robert Altman, con ingenuità dovute all’inesperienza. Più filoni narrativi, con individui distanti culturalmente, mescolano i protagonisti in maniera artefatta: personaggi numerosi e non troppo approfonditi rendono la trama confusa. Anche se lo stile comico-grottesco, e la buona recitazione di tutto il cast, salva l’arazzo di costume.

A Roma, alla presentazione del film alla stampa, Pietro Castellitto ha dichiarato che la “frustrazione” è stata l’energia che ha favorito quest’opera. La sua carriera d’attore non decollava, per cui approfittando di un momento in cui non aveva impegni come tale ha trovato il tempo di scrivere “I predatori”.  Film accolto bene dalla critica, anche se deve ancora passare l’esame del pubblico. “ Lo spirito ironico dell’opera ha a che fare con quello che avevo visto e vissuto, con un mare enorme di contraddizioni umane e personali. E mi pareva giusto fare un film che mischiasse temi, ambienti e situazioni.”. E paradossalmente afferma: “Credo che le opere prime siano dei testamenti”.  “I predatori” – pur non avendo la veridicità e la carica dirompente di una proposta simile : “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo –  é un esperimento d’interesse, realizzato con personalità.

 

“I predatori”, premio Miglior Sceneggiatura nel concorso Orizzonti della Mostra di Venezia 2020  arriva alla Festa del Cinema di Roma nella sezione parallela Alice nella città, dedicata ai più giovani, domenica 18 ottobre 2020 alle 18.0.0.  Uscirà nelle sale italiane il 22 ottobre.

I predatori (2020) Un film di Pietro Castellitto con Pietro Castellitto, Massimo Popolizio, Manuela Mandracchia, Giorgio Montanini, Dario Cassini, Anita Caprioli, Marzia Ubaldi, Antonio Gerardi, Nando Paone, Vinicio Marchioni. Genere Drammatico durata 109 minuti. Produzione Italia 2020.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.