Sei qui:  / Articoli / Medici, cooperanti e intellettuali con il segretario generale dell’Onu Guterres: “Un vaccino per la gente”

Medici, cooperanti e intellettuali con il segretario generale dell’Onu Guterres: “Un vaccino per la gente”

 

Dal professore Aldo Morrone, direttore scientifico del San Gallicano, al virologo e medico volontario in Africa Domenico Mecca. Dal senatore Gianni Pittella,già vice presidente del Parlamento europeo, al presidente della Fnsi, Beppe Giulietti. E ancora, Jean Leonard Touadì, scrittore e advisor della Fao, Stefano Corradino, direttore di Articolo 21, Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia e i padri missionari Renato Kizito Sesana, Alex Zanotelli e Aurelio Gazzera.
Sono i primi firmatari dell’appello “Un vaccino per la gente” a sostegno della richiesta del segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres il quale si appella alla comunità internazionale affinché ogni tipo di cura e l’eventuale futuro vaccino contro il Covid-19 siano accessibili a tutti.
All’iniziativa hanno aderito decine di esperti del settore medico scientifico, cooperanti ed esponenti del mondo del giornalismo, della cultura e dello spettacolo.
L’appello di Guterres, rilanciato attraverso un editoriale della nostra direttrice, Antonella Napoli, ha l’obiettivo di ribadire la necessità di costruire società ed economie più eque per combattere la pandemia globale del coronavirus.
“Guterres ha anche evidenziato come in molte parti del mondo, l’emergenza di Covid 19 si stia sovrapponendo all’epidemia di Hiv – si legge nell’appello – che, nonostante non se ne parli, è ancora ampiamente in corso. La situazione resta drammatica in molti paesi.
Come dimostra l’ultimo rapporto dell’Onu sulla malattia infettiva, l’Aids rimane un’enorme questione in sospeso. Milioni di vite sono state salvate, soprattutto donne in Africa e 25,4 milioni di persone sono sottoposte a cure ma, come sottolinea il segretario generale dell’Onu, la disuguaglianza e la violenza di genere, la criminalizzazione e l’emarginazione dei gruppi vulnerabili, continuano a spingere in avanti l’Hiv”.
“Proprio per questo, oltre a sostenere l’appello di Guterres affinché il futuro vaccino anti Coronavirus e qualsiasi tipo di cure siano accessibili a tutti – concludono i firmatari dell’appello – riteniamo necessario rilanciare la lotta all’Hiv e altre malattie altrettanto pericoloso ricordando che la sconfitta del virus dipende anche, anzi soprattutto, dal rispetto e dall’uguaglianza dei diritti. L’impegno a non lasciare nessuno indietro deve essere corale”.

Qui l’appello integrale del segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres
http://webtv.un.org/watch/ant%C3%B3nio-guterres-un-secretary-general-video-message-for-nelson-mandela-international-day-2020/6171103841001

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.