Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / Migrazione. Festival internazionale documentari a Lampedusa

Migrazione. Festival internazionale documentari a Lampedusa

 

Si terrà a Lampedusa da sabato 3 a lunedì 5 agosto la prima edizione dell’International Documentary Festival organizzato da Amref Health Africa, Comune di Lampedusa e Linosa, FilmAffair, nell’ambito del progetto “Snapshots From The Borders”.

Per tre serate alle 20,30 in Piazza Castello verranno premiati e proiettati i tre documentari finalisti del concorso selezionati dai partner del progetto e da una giuria tecnica composta dal regista e commissioning editor di RAI3 Fabio Mancini, la regista francese Charlotte Uzu e il regista etiope Dagmawi Yimer. Sabato 3 agosto “Stranger in Paradise” firmato da Guido Hendrikx – Olanda; domenica 4 agosto “But Now Is Perfect” di Carin Goeijers – Olanda; lunedì 5 agosto “Iuventa” di Michele Cinque – Italia.

I documentari (dieci in tutto quelli in gara) sono vere e proprie “snapshots” (“istantanee”) che mirano a raccontare le implicazioni umane, materiali e politiche dei confini e delle politiche migratorie sui territori e sulle persone coinvolte, su chi migra e su chi vive nei territori interessati.

“Il concetto di ‘migrazione’ ha diverse sfaccettature – dice Totò Martello, sindaco del Comune di Lampedusa e Linosa ente capofila del progetto “Snapshots” – occasioni come queste sono importanti perché permettono una riflessione approfondita, serena e soprattutto permettono di arricchire il nostro bagaglio di conoscenza su un tema del quale si parla spesso, ma solo di alcuni aspetti”.

“Ci auguriamo che lo sguardo degli autori di queste opere internazionali possa portare un contributo di umanità ad un tema così presente nei nostri discorsi – afferma il Direttore di Amref Health Africa Italia, Guglielmo Micucci -“.

Snapshots From The Borders, progetto triennale cofinanziato dall’Unione Europea che coinvolge 35 partner di 16 Paesi europei fra autorità locali di confine e organizzazioni della società civile, ha l’obiettivo di promuovere una comprensione critica delle interdipendenze globali che determinano i flussi migratori verso i confini europei, da parte dei decisori politici europei, nazionali e locali e dell’opinione pubblica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.