Sei qui:  / News / No allo Sbloccacantieri: il comunicato di Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro Pio La Torre, Libera, Sos Impresa

No allo Sbloccacantieri: il comunicato di Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro Pio La Torre, Libera, Sos Impresa

 
Il Decreto Legge 18 aprile 2019, n. 32, più noto come “Sblocca cantieri”desta forte e viva preoccupazione tra le associazioni che sottoscrivono questo comunicato, le quali sono consapevoli che le opere da sbloccare nel nostro Paese per renderlo più efficiente, più sicuro e più moderno sono molte. Questo decreto, tuttavia, non interviene sui veri e annosi ostacoli del sistema degli appalti pubblici.

La sensazione è che si stia tornando ad un passato che tanti danni ha generato nella società, nella politica e nell’economia italiana.

Un passato che ha pesantemente intaccato la credibilità e l’immagine del nostro Paese. Un passato che non vogliamo tornare a rivivere.

Per queste ragioni Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro studi Pio La Torre, Gruppo Abele, Legambiente, Libera, Sos Impresa e Kyoto Club parteciperanno alla mobilitazione indetta da Cgil, Cisl e Uil il 28 maggio a Roma, davanti a Montecitorio, per chiedere al Parlamento di non convertire in legge il Decreto 32/2019 che, nei fatti, non sblocca alcun cantiere. Si apra un tavolo di confronto per affrontare in modo diverso le questioni riguardanti il Codice degli appalti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.