Sei qui:  / Opinioni / Morti sul lavoro, un dramma che non interessa quasi nessuno

Morti sul lavoro, un dramma che non interessa quasi nessuno

 

Altri 2 operai morti sul lavoro nella giornata di  ieri in provincia di Palermo.Nicola Vitto di 48  anni, per essere caduto nel vuoto da un carrello  elevatore e Francesco Paolo Agrusa di 26 anni,  per essere stato colpito in testa una grossa  pinza idraulica. Siamo arrivati, purtroppo, a 48  morti sul lavoro dall’inizio dell’anno. Sto monitorando le morti sul lavoro dall’inizio del 2019 e vi assicuro che la lista fa impressione. Quello delle stragi sul lavoro è un dramma che  non interessa quasi a nessuno, e di cui si parla raramente Se ne dovrebbe occupare la politica, in  particolar modo il governo. Vi pare che questo stia accadendo in Italia? Occorre anche che si “riaccendano i riflettori”  sui mezzi d’informazione su queste stragi sul  lavoro, troppo spesso dimenticate. Molto spesso i familiari delle vittime sul  lavoro, sono dimenticati, abbandonati da tutti  con il proprio dolore, con i processi che molto  spesso finiscono o con la prescrizione o con  condanne troppo basse per i responsabili.

Quando i familiari non ottengono giustizia è come  se il proprio caro fosse morto una seconda volta. Come ha detto il Presidente della Repubblica, “la  sicurezza sul lavoro è un diritto di cittadinanza”. Queste stragi sul lavoro non fanno solo morti,  rovinano famiglie e rendono tanti giovani orfani e soli. Dovrebbero essere aumentati i controlli per la  sicurezza sul lavoro, e per far questo dovrebbero  aumentare i tecnici della prevenzione delle Asl,  che sono gli unici deputati a fare la stragrande  maggioranza di controlli per la sicurezza sul lavoro nelle aziende. Ma quando parliamo di meno di 2000 tecnici Asl e  circa 4 milioni di aziende da controllare, come  possiamo sperare che le cose cambino per il meglio? Come sperare, alla fine, che trionfi la sicurezza  sul lavoro e si riducano drasticamente le morti  sul lavoro, quando viene fatto davvero poco di concreto perché questo accada?

Marco Bazzoni-Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza-Firenze

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE