Sei qui:  / Articoli / Informazione / Contro il taglio del fondo per l’editoria, il 18 dicembre Consiglio nazionale Fnsi in piazza Montecitorio

Contro il taglio del fondo per l’editoria, il 18 dicembre Consiglio nazionale Fnsi in piazza Montecitorio

 

«La decisone del governo è un atto ritorsivo contro la categoria, oltre che un colpo contro il pluralismo dell’informazione e le testate minori. Gli unici effetti del taglio saranno la chiusura di numerosi giornali e la perdita di posti di lavoro. I parlamentari impediscano questo scempio», osserva il sindacato.

Domani, martedì 18 dicembre 2018, il Consiglio nazionale della Fnsi aprirà i propri lavori in piazza Montecitorio, alle ore 10. Sarà un presidio simbolico, a poca distanza dal palazzo in cui ha sede l’ufficio del sottosegretario con delega all’Editoria, Vito Crimi, per esprimere il dissenso della categoria per il taglio dei fondi per i giornali minori.

All’iniziativa parteciperanno l’esecutivo dell’Ordine dei giornalisti e i colleghi di numerose testate colpite dal taglio che il governo si appresta a inserire nel maxiemendamento alla legge di bilancio.

«La decisone del governo 5 Stelle-Lega – osserva la Federazione nazionale della Stampa italiana – è un atto ritorsivo contro la categoria, di cui mal si sopportano l’autonomia e lo spirito critico, oltre che un colpo contro il pluralismo dell’informazione e le testate minori, espressioni di minoranze culturali, linguistiche, politiche e di comunità italiane all’estero. Gli unici effetti del taglio saranno la chiusura di numerosi giornali e la perdita di posti di lavoro. L’auspicio è che i parlamentari di maggioranza e opposizione, facendo appello alla loro autonomia, sappiano impedire questo scempio».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.