Sei qui:  / Articoli / Informazione / ‘Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo’, il 21 settembre in Fnsi la presentazione dell’VIII edizione

‘Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo’, il 21 settembre in Fnsi la presentazione dell’VIII edizione

 

Dove si combatte, quali motivazioni portano a farlo e cosa serve per passare da uno stato di non-guerra alla pace vera e propria? Per provare a rispondere a queste domande l’associazione 46° Parallelo ha realizzato, grazie al lavoro di giornalisti e attivisti, la nuova edizione dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo. Il volume, arrivato all’ottava edizione, si propone come strumento di informazione per una cittadinanza attiva che, così come fanno le mappe, orienti il pensiero e l’azione nella direzione della pace.

Nell’ottava edizione tornano le schede conflitto che, rigorosamente con lo stesso numero di pagine per ciascuna delle 34 guerre in corso, spiega perché si combatte, gli attori principali, la storia e gli aggiornamenti dell’ultimo anno. Ad ogni conflitto si lega poi un ‘tentativo di pace’, una esperienza positiva legata alla situazione in corso e realizzato dagli studenti del corso in Sviluppo economico, cooperazione internazionale, socio-sanitaria e gestione dei conflitti e del corso di laurea in Scienze Politiche di Firenze coordinati dal professor Giovanni Scotto.

Oltre alle schede l’Atlante si compone dei contributi e delle analisi di giornalisti e attivisti di Arci, Unhcr e di due reportage fotografici che affrontano il tema dell’accaparramento delle terre (land grabbing) e dello sfruttamento collegato alle miniere di coltan nella Repubblica Democratica del Congo.

Una sezione, curata dal Centro di documentazione conflitti ambientali (Cdca), è incentrata su alcuni casi di conflitto collegato al clima: dal deserto che avanza nel Sahara e nel Sahel, alla siccità nel Corno d’Africa, ai cambiamenti climatici nelle Ande boliviane, fino al Bangladesh come Paese quasi sommerso.

A tutto questo si uniscono poi le dieci infografiche che mettono su mappa alcuni fenomeni mondiali e attraverso le quali si intende raccontare come sta andando il mondo, facendo emergere le cause che portano alle guerre. Si tratta di uno strumento immediato che unisce alla geografia del mondo, la matematica dei dati e che consente di affrontare le ragioni di quello che avviene sul Pianeta.

L’ottava edizione dell’annuario ‘Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo’, definito nel 2013 dall’Associazione Librai Italiani ‘uno dei cento volumi imperdibili’, sarà presentato in anteprima nazionale venerdì 21 settembre 2018, a partire dalle ore 10.30, nella sede della Federazione nazionale della Stampa italiana, in corso Vittorio Emanuele II, 349 a Roma (sala al primo piano).

Alla presentazione parteciperà anche il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.