Sei qui:  / News / “Mafia, Corruzione & Omertà Civile”, le più alte Istituzioni della Magistratura al Liceo Genovesi di Napoli

“Mafia, Corruzione & Omertà Civile”, le più alte Istituzioni della Magistratura al Liceo Genovesi di Napoli

 

“Mafia, Corruzione & Omertà Civile”. Questo il titolo scelto per l’incontro tra gli studenti del  Liceo Antonio Genovesi ed il Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Giovanni Colangelo e la Presidente del Tribunale Napoli Nord Elisabetta Garzo. Si tratta di un’occasione per dibattere su temi istituzionali e di legalità  realizzata dalla Organizzazione Non-Profit Cultura&Solidarietà, impegnata nel  compito di avvicinare i giovani alle Istituzioni.
L’incontro avrà come ospiti d’onore: Giuseppe de Carolis di Prossedi , Presidente della Corte d’Appello di Napoli; Ettore Ferrara, Presidente del Tribunale di Napoli; Luigi Riello, Procuratore Generale di Napoli; Francesco Greco Procuratore presso il Tribunale di Napoli Nord; con la partecipazione straordinaria di Carlo Visconti, Segretario Generale della Corte Costituzionale.
L’incontro,  coordinato dalla Professoressa Maria Filippone, dirigente dell’Istituto e dalla referente Prof.ssa Annamaria Bianco è  presentato da  Francesco Vivacqua  e Nadia Mazzon, rispettivamente Presidente e Direttrice Generale  di Cultura&Solidarietà, che in questi anni hanno organizzato incontri in Italia e in Europa cercando di sensibilizzare il più possibili i giovani –  cittadini del domani – sull’importanza di avere un rapporto dialettico con chi ha ruoli di vertice nelle Istituzioni.
“E’ fondamentale che i ragazzi condividano l’importanza della legalità come base della convivenza civile – ha voluto sottolineare Vivacqua: la nostra associazione nasce ed ha sede a Milano ma negli anni ha diffuso in tutta Europa il messaggio  che gli studenti debbano essere iniziati alla cultura sin da giovani per potersi rapportare meglio alle istituzioni. Negli anni le 480 lettere di cui è composto questo volume, sono state lette in tutte le regioni italiane mettendole a confronto diretto con i magistrati di ogni capoluogo cui sono state riproposte le domande contenute nelle lettere”.

L’iniziativa si inserisce nel progetto “Caro Magistrato ti scrivo…”, realizzato in collaborazione con studenti italiani ed è il sesto volume della collana editoriale “Caro…ti Scrivo…” ideata e promossa da Cultura & Solidarietà, impegnata, in Italia e in tutta Europa, a creare un rapporto diretto tra studenti e istituzioni. Negli anni sono oltre 25.000 i volumi che l’associazione ha donato alle scuole italiane ed europee.

La prefazione a questo volume è del Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Giovanni Legnini, che ha voluto sottolineare come le lettere raccolte “ci consentono di osservare, da uno speciale punto di vista, la percezione diffusa tra i giovanissimi della funzione e della vita dei Magistrati italiani. Si stratta di testi – prosegue Legnini – scritti da ragazzi e ragazze delle scuole medie, dal sud al nord del paese, che ci sollecitano a riflettere sulla figura del giudice, sulla sua identità e funzione nell’ordinamento e nella società, sulla sua vita personale e famigliare”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE