Sei qui:  / Opinioni / Terremoto 2026

Terremoto 2026

 

Vorrei parlare del terremoto del 2026. Quello che le statistiche prevedono circa ogni dieci anni nelle zone rosse. Vorrei parlare dei morti che oggi sono ancora vivi. E si possono salvare. Del crollo delle case e delle chiese che oggi sono ancora in piedi. E si possono salvare. Che facciamo, aspettiamo il terremoto del 2026 e poi chiediamo i soldi all’Europa? O li cerchiamo adesso combattendo evasione e corruzione a casa nostra per finanziare la prevenzione? I cattivi sono a Bruxelles o gli ignavi a Palazzo Chigi? I cinici sono i tedeschi o gli incapaci siamo noi?
Sono stanco di sentire ringraziare i volontari e assolvere i politici e chi li ha eletti. Cioè noi elettori di bocca buona. Vorrei meno cuore e più cervello. Cioè l’intelligenza che mette in relazione la vera lotta alla corruzione ed evasione, al cambiamento civile essenziale per rendere antisismica l’edilizia e la correttezza.
“Forte scossa di terremoto. Pochi danni. Nessun morto. Nessun crollo” E’ questo il telegiornale che vorrei sentire nel 2026.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE