Sei qui:  / Articoli / Informazione / Non si dimentichi la drammatica realtà della Turchia

Non si dimentichi la drammatica realtà della Turchia

 

Un grazie a Stefania Battistini e a Ivan Compasso, che da tempo collaborano con Articolo 21, e che ci stanno regalando queste cronache sempre puntuali e distanti anni luce dalle rappresentazioni omologate e prefabbricate. I loro racconti non sono basati sul “sentito dire” o sulle rassegne stampa internazionali, ma sulla descrizione puntuale di quello che vedono, raccolgono, fotografano, ascoltano, senza nulla concedere alle ragioni del regime e neppure a quelle della propaganda di qualsiasi natura e colore.

Nelle prossime ore ci racconteranno anche storie di censura, di bavagli, di cronisti che non possono più scrivere, di radio e tv poste sotto sequestro, di blogger incarcerati, realtà che non possono essere cancellate quando di parla di “Libere elezioni”.

Per questo, nell’ambito delle iniziative che, anche in Italia, saranno promosse contro ogni bavaglio, noi di Articolo 21 chiederemo che non si dimentichi la drammatica realtà della Turchia, un paese che, prima di queste elezioni, figurava già nell’elenco degli ” Stati canaglia” in materia di libertà di informazione.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE