Sei qui:  / Blog / Mali. Jihadisti attaccano hotel a Bamako, 170 ostaggi

Mali. Jihadisti attaccano hotel a Bamako, 170 ostaggi

 

BAMAKO – I jihadisti hanno attaccato questa mattina l’hotel Radisson di  Bamako, la capitale del Mali e hanno preso in ostaggio almeno 170, di cui 140 ospiti e 30 dipendenti, come ha confermato un portavoce del gruppo alberghiero Carison Rezidor.

L’hotel è frequentato da molti stranieri che lavorano sul posto. Secondo Jeune Afrique, al momento dell’attacco  l’albergo – con 190 stanze – era “pieno al 90%”. Stando alle testimonianze al settimo piano si sarebbe sparato, sebbene il colonnello Diarran Kone, consulente del ministero della Difesa del Mali, dice che non è ancora chiaro cosa sia accaduto. Inizialmente fonti della sicurezza del Mali avevano detto che gli assalitori erano due e sono arrivati in hotel a bordo di una vettura con targa diplomatica. Poi è giunta la notizia che i terroristi sono una dozzina e hanno fatto irruzione nel lussuono albergo gridando ‘Allah Akbar’. Al momento ci sarebbero anche delle persone ferite.

In seguito al colpo di stato militare del 2012, i jihadisti hanno preso il controllo del nord del paese, scatenando un intervento armato guidato dalla Francia a inizio 2013. Lo scorso marzo assalitori dal volto coperto hanno aperto il fuoco in un ristorante frequentato dagli stranieri uccidendo 5 persone. Tutto il settore settentrionale del Mali fu occupato da milizie jihadiste, alcune con legami ad al-Qaeda, per gran parte del 2012. Molti gruppi jihadisti furono snidati grazie a un’operazione militare internazionale su iniziativa francese, lanciata nel gennaio 2013 e che e’ ancora in corso. Ma alcune zone del Paese rimangono ancora fuori dal controllo delle forze maliane straniere. E se fino a qualche tempo fa gli attacchi jihadisti erano rimasti concentrati nel nord, dall’inizio del 2015 si sono estesi al centro e, da giugno, al sud del Paese.

Da dazebao

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE