Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / #Digit15, “Digitale è cultura”. Il 2-3 ottobre a Prato

#Digit15, “Digitale è cultura”. Il 2-3 ottobre a Prato

 

“Digitale è cultura” è il tema di Digit 2015, la prima manifestazione italiana interamente dedicata al giornalismo digitale, alle sue evoluzioni e innovazioni, la cui quarta edizione si terrà a Prato il 2-3 ottobre. La vocazione di un appuntamento come Digit è sempre stata quella di accompagnare – e, in alcuni casi particolarmente fortunati, persino anticipare – le principali tendenze che animano l’ecosistema dell’informazione, in Italia e oltre confine, introducendo spunti di riflessione ed elementi pratici tanto nel dibattito quanto nell’attività giornalistica.

È stato così col data journalism , protagonista del festival fin dal suo anno zero, nel 2012 – una pratica che da allora ha timidamente iniziato a prender piede, sebbene con insufficiente protagonismo, anche nelle redazioni italiane. L’anno scorso si è ‘varcata’ un’altra frontiera, quella dei sensori e delle loro molteplici applicazioni in campo giornalistico e, più in generale, in termini di produzione e diffusione delle informazioni.

Anche quest’anno non poteva essere da meno e si è così deciso di puntare in alto, tanto in alto che si volerà: con i droni, e con un workshop molto pratico in cui si imparerà a far letteralmente volare l’informazione. “Li vedremo all’opera, li studieremo e approfondiremo il tema dell’uso giornalistico di questi robot volanti, e scopriremo quali siano le leggi e i regolamenti da seguire”, come si apprende dal sito.

Ma l’appuntamento sui droni è solo il fiore all’occhiello di un programma variegato e ricco, che anche per questa quarta edizione adotterà un taglio strettamente improntato agli aspetti pratici del fare informazione – pur trattandosi di bit, a Digit ci si sporca le mani! Pertanto ci saranno 25 workshop formativi, di 2 ore ciascuno,  accompagnati da 2 panel generalisti, uno sull’hate speech e l’altro sul tema del giornalista imprenditore.  (Tutti gli eventi sono validi per l’erogazione dei crediti formativi per la professione giornalistica).

In occasione del festival sarà consegnato anche il Premio Marco Zamperini, istituito quest’anno dagli organizzatori con “l’obiettivo di premiare il giornalista o l’organizzazione che si sono distinti per la creatività, l’innovazione e il pragmatismo nel giornalismo online.”

Scarica il Programma.

Prenota gli eventi:

 

* L’autore è membro di redazione di www.lsdi.it, che organizza il festival Digit

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE