Sei qui:  / Blog / Papa. Le istituzioni combattano la povertà o finiremo nel baratro

Papa. Le istituzioni combattano la povertà o finiremo nel baratro

 

ROMA – Papa Francesco ha rivolto un forte monito ai responsabili della vita pubblica.

“Che cosa ci rimane se cediamo al ricatto di Cesare e Mammona, della violenza e del denaro, e rinunciamo anche agli affetti famigliari? Una nuova etica civile arriverà soltanto quando i responsabili della vita pubblica riorganizzeranno il legame sociale a partire dalla lotta alla spirale perversa tra famiglia e povertà, che ci porta nel baratro”, avverte Bergoglio nel corso dell”udienza generale in piazza San Pietro. Il Papa, nel corso della catechesi, ricorda che “ci sono tante famiglie povere che con dignità cercano di condurre la loro vita quotidiana, spesso confidando apertamente nella benedizione di Dio. Questa lezione, però, non deve giustificare la nostra indifferenza, ma semmai aumentare la nostra vergogna! E” quasi un miracolo che, anche nella povertà, la famiglia continui a formarsi, e persino a conservare – come può – la speciale umanità dei suoi legami. Il fatto irrita quei pianificatori del benessere che considerano gli affetti, la generazione, i legami famigliari, come una variabile secondaria della qualità della vita. Non capiscono niente – aggiunge a braccio Francesco -. Invece, noi dovremmo inginocchiarci davanti a queste famiglie, che sono una vera scuola di umanità che salva le società dalla barbarie”.

Da dazebao.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE