Sei qui:  / Blog / DIG AWARD raccoglie l’eredità del Premio Ilaria Alpi

DIG AWARD raccoglie l’eredità del Premio Ilaria Alpi

 

Fino al 30 giugno è possibile presentare opere e progetti video giornalistici che abbiano al centro temi di rilevanza civile, economica e politica per partecipare a DIG Award, premio internazionale al giornalismo d’inchiesta.

Il premio ha voluto raccogliere l’eredità del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi. Premio che nel dicembre scorso Luciana Alpi (la madre di Ilaria) chiede di chiudere  perché dice “senza verità non è più utile”. L’associazione DIG | Documentari Inchieste Giornalismi ha creato il concorso per “valorizzare  il lavoro di tutti i freelance e sostenere i professionisti che inseguono la ricerca della verità…tutti coloro che sono impegnati nella diffusione di un’informazione consapevole e coraggiosa”.

Il premio si articola in tre sezioni: video reporting, crossmedia reporting e Focus on Italy. Le candidature possono provenire da qualsiasi paese e devono essere in inglese. La sezione Focus on Italy è riservata ai progetti d’inchiesta giornalistica video che hanno l’Italia come oggetto d’indagine. Per i progetti sull’Italia in palio 20 mila euro.

Le tre sezioni sono rivolte a servizi trasmessi da televisioni italiane e straniere e ad opere inedite, progetti e prodotti crossmediali, che utilizzano il web e le piattaforme digitali.

La giuria è internazionale. I DIG Award verranno assegnati il 5 settembre all’interno della manifestazione “Le giornate del giornalismo di Riccione”.  

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE