Sei qui:  / News / European Alternatives: “Incontro al Parlamento Europeo per una nuova politica europea in materia di immigrazione”

European Alternatives: “Incontro al Parlamento Europeo per una nuova politica europea in materia di immigrazione”

 

Dopo i recenti accadimenti di Lampedusa da più parti è arrivata la richiesta di un ruolo più incisivo delle istituzioni europee affinché la politica d’asilo europea possa essere ripensata e il trattamento disumano che si accompagna al movimento delle persone lungo le frontiere smetta di essere routine. Nei centri di detenzione amministrativa, così come già denunciato da UNHCR, Consiglio d’Europa, e lo stesso Parlamento europeo, trattamenti disumani e situazioni di violazioni sistematiche dei diritti umani sono all’ordine del giorno.

Il prossimo giovedì 17 ottobre 2013 al Parlamento Europeo di Bruxelles verrà organizzato un momento di confronto con la presenza del Ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge Kashetu, di diversi europarlamentari fra cui Hélène Flautre e Marie-Christine Vergiat, al quale è invitata anche la Commissaria Europea per gli Affari Interni Cecilia Malmström. L’incontro vedrà altresì la partecipazione e l’interazione di rappresentanti della società civile impegnati in campagne contro la detenzione amministrativa in Italia (coalizione LasciateCIEntrare, ASGI, CGIL) oltre che rappresentanti dalla Francia, Spagna, Ungheria e Regno Unito.

L’incontro è promosso da European Alternatives, ONG transnazionale che ha lavorato attivamente con le organizzazioni coinvolte in attività di monitoraggio e denuncia promuovendo sin dall’inizio una discussione anche a livello istituzionale sulle possibilità di alternative alla pratica della detenzione amministrativa per lo sviluppo di una nuova politica migratoria europea. Il tema della detenzione amministrativa viene, infatti, affrontato in questo particolare momento storico con rinnovata preoccupazione e un coinvolgimento sempre maggiore da parte dei cittadini europei in vista della revisione della Direttiva 2008/115/CE (nota come “Direttiva rimpatri”) e delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo.

European Alternatives è da sempre impegnata nell’ambito della difesa dei diritti dei migranti e, in particolare, nel contrasto alla prassi della detenzione amministrativa e nella promozione della libertà di circolazione in Europa. Quest’impegno si è concretizzato in particolare nel lavoro al fianco delle campagne per l’accesso dei giornalisti e dei rappresentanti della società civile ai centri di detenzione per migranti: LasciateCIEntrare, rete di associazioni, giuristi e giornalisti attivi sul territorio italiano, e Open Access Now, campagna transnazionale lanciata da European Alternatives insieme a Migreurop, rete di organizzazioni attive in Europa e nei paesi del Mediterraneo, nel 2011.

INFORMAZIONI

Conferenza al Parlamento europeo
17 ottobre, sala  P5B001, ore 9.00
Agenda: http://on.fb.me/GDwxpV

Conferenza stampa
17 ottobre, ore 14.00

Sito web di riferimento
European Alternatives: www.euroalter.com/IT
Evento su FB: http://on.fb.me/GDwxpV

Contatto stampa
Anna Lodeserto, a.lodeserto@euroalter.com – +39 345 32 31 023
Alessio Pisanò, press@euroalter.com – +32 (0) 488 88 2350

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE