Sei qui:  / Articoli / Interni / Domenico Quirico è stato liberato

Domenico Quirico è stato liberato

 

Domenico Quirico è stato liberato.  La notizia confermata da fonti governative . L’inviato de La Stampa, rapito in Siria in aprile, è in volo verso l’Italia. La sua odissea era iniziata appena passato il confine libanese, il 6 aprile. Quattro giorni più tardi aveva inviato un sms a una collega della Rai. Poi il silenzio. Rotto il 6 giugno nel primo pomeriggio con una breve telefonata alla moglie Giulietta. La voce lontana diceva di stare bene e di essere stato rapito.   Da quel momento sono passati altri tre mesi, un tempo lunghissimo fatto di segnali ma anche di nuovi lunghi silenzi. Un tempo di lavoro intenso, costante e prezioso delle nostre autorità, coordinate dall’Unità di crisi della Farnesina che già il 15 aprile era stata allertata dalla Stampa, d’intesa con la famiglia, del prolungato silenzio di Domenico. In questi 150 giorni senza Domenico tantissimi sono stati i segni di solidarietà: associazioni, giornali, siti, televisioni, il sindacato giornalisti e molte persone hanno manifestato la loro vicinanza esponendo – come sul sito de La Stampa e sul nostro quotidiano – un nastro giallo che significa semplicemente “ti aspettiamo” . Il 1° giugno il momento più emozionante: l’appello video delle figlie Metella ed Eleonora fa il giro di tv e web del mondo arabo. Oggi, infine, la notizia più attesa: l’incubo è finalmente finito. Domenico Quirico torna a casa. Bentornato.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE