Sei qui:  / Blog / Tanto peggio, tanto meglio

Tanto peggio, tanto meglio

 

I Tg di martedì 6 novembre – De Coubertin era per la partecipazione, a prescindere dal podio. Le rovine del centrodestra, con l’aggiunta dell’Udc e – udite,udite!-  dell’Api che voleva “confluire” nel Pd interpretano in corpore vivo un’altra massima: l’importante non è vincere, ma non far vincere gli altri. La riproposizione dello storico italico catenaccio punta all’ingovernabilità, ovvero allo zero a zero in trasferta, dal momento che la posticcia squadra che si è fatta viva nell’ odierna riunione della Commissione Affari Costituzionali del Senato, di vincere non ha nessuna possibilità…

CLICCA PER LEGGERE L’OSSERVATORIO INTEGRALE

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE