Sei qui:  / Articoli / Informazione / Iniziative Articolo21 / Cinquemila mail al sito di Art.21 per una nuova Rai, senza diktat di governo e partiti. Tanti i nomi indicati, le donne in testa

Cinquemila mail al sito di Art.21 per una nuova Rai, senza diktat di governo e partiti. Tanti i nomi indicati, le donne in testa

 

Cinquemila. Sono le indicazioni giunte al sito di Articolo21 attraverso forum, mail e social network. I mittenti sono semplici cittadini che, indicando la loro preferenza per i vertici della Rai e delle Autorità chiedono una totale inversione di rotta.

Oltre a quelli di Michele Santoro e Carlo Freccero autocandidatisi  nel corso del festival del giornalismo di Perugia i nomi più indicati dai lettori sono stati, per i ruoli di presidente e dg Rai, quelli di Roberto Saviano, Nino Rizzo Nervo, Stefano Rodotà, Corrado Augias. Tuttavia, il dato più significativo riguarda la scelta “di genere”. La gran parte delle indicazioni infatti riguarda nomi di donne, del mondo del giornalismo e della cultura. I nomi piú indicati sono quelli di Lorella Zanardo, Milena Gabanelli, Barbara Scaramucci, Tana De Zulueta, Concita De Gregorio, Norma Rangeri“.

I cittadini chiedono anche più trasparenza nelle scelte e nel vaglio delle candidature. Richiesta raccolta dal portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti che alla Camera a nome di Articolo21 e di una vasta rete che si occupa di questi temi ha chiesto di sapere “dove, come e quando le commissioni competenti discuteranno delle candidature alle Authority e alla Rai, se esistono dei luoghi, come per esempio la presidenza di Camera e Senato, ai quali spedire i curricula per le proprie candidature, e se si farà un esame incrociato delle candidature”. “Il governo – sottolinea Giulietti – ha detto che sta valutando una serie di candidature e autocandidature arrivate, ma non si sa a chi siano pervenute, come saranno fatte le valutazioni e come si deciderà. Allora io credo che non si possano affrontare queste scadenze nella oscurità, con le riunioni ristrette e trovandosi in Aula all’ultimo momento con un foglietto da votare. Se si procederà in questo modo io non parteciperò al voto e chiederò a tutti gli altri parlamentari di non partecipare al voto”.

“Oltre 100 sono i nomi dei candidati e delle candidate proposti” informa il direttore di Articolo21 Stefano Corradino. “Personaggi noti e meno noti nel mondo del giornalismo, della cultura e dello spettacolo indicati per la loro passione civile, e come difensori dei beni comuni, della libertà di espressione e della legalità repubblicana. La campagna per le candidature sul nostro sito proseguirà per tutta la prossima settimana. Subito dopo presenteremo i risultati dettagliati in una apposita conferenza stampa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE